STRANGOLA MOGLIE E SI SUICIDA/ Castelvetrano, marito si uccide gettandosi su coltello

Tragedia a Trapani: marito e moglie sono stati trovati morti in casa a Castelvetrano. La prima ipotesi è di omicidio-suicidio

15.03.2019, agg. alle 20:42 - Silvana Palazzo
carabinieri_lapresse_2017
Carabinieri (LaPresse)

Ha strangolato la moglie, poi ha incastrato un coltello nel braccio della donna e si è lanciato sull’arma lasciandosi trafiggere dalla lama. La ricostruzione della tragedia di Castelvetrano, dove marito e moglie sono stati trovati morti oggi, è quella di un omicidio-suicidio. I carabinieri hanno trovato i coniugi l’uno sull’altra, distesi sul letto della camera in cui da bambini dormivano i loro figli. Secondo quanto ricostruito, Gino Damiano avrebbe ucciso la moglie Rosalia Lagumina e poi si sarebbe suicidato. Sull’ultimo femminicidio ora indaga la procura di Trapani, che sta raccogliendo le testimonianze dei familiari e dei vicini. I parenti hanno riferito che i due vivevano da separati in casa: la moglie aveva deciso di lasciare il marito. Secondo la ricostruzione degli investigatori, l’idraulico 60enne dopo aver strangolato la moglie sarebbe andato a lavarsi le mani in bagno, perché su lavabo, bidet e porta sono state trovate tracce di sangue. Poi avrebbe preso il coltello con lama molto lunga per suicidarsi. (agg. di Silvana Palazzo)

MARITO E MOGLIE TROVATI MORTI IN CASA

Marito e moglie sono stati trovati morti in casa oggi a Castelvetrano, in provincia di Trapani. La scoperta è stata fatta in una casa di via Alcide De Gasperi. I vigili del fuoco, su richiesta dei carabinieri, sono intervenuti per aprire la porta dell’appartamento. A dare l’allarme è stato infatti un collaboratore dell’uomo. Aveva telefonato senza avere risposta, poi si è recato sul posto e ha trovato il portone chiuso. Preoccupatosi, ha chiamato i vigili del fuoco che hanno fatto l’amara scoperta. Stando a quanto riportato da Meridionews, pare che le due vittime, Rosalia Lagumina di 48 anni e Luigi Damiani di 60, si stessero separando. Tra le ipotesi più accreditate al momento c’è quella dell’omicidio-suicidio. Sul posto stanno operando i carabinieri e i vigili del fuoco, è arrivato anche il medico legale Margiotta. Si attende l’intervento dei Ris per i rilievi del caso. I militari del nucleo investigativo di Trapani dovranno scoprire le cause del decesso di marito e moglie.

OMICIDIO-SUICIDIO A CASTELVETRANO?

La coppia, casalinga lei e idraulico lui, aveva due figli maggiorenni. Una ragazza di 23 anni e un ragazzo che era partito per il nord da qualche giorno. Non è chiara ancora la dinamica dei fatti. Secondo quanto riportato da Castelvetranonews, la donna avrebbe manifestato la decisione di lasciare il marito che però non avrebbe accettato la separazione. Per questo l’omicidio-suicidio è l’ipotesi più probabile per gli inquirenti. Pare che la coppia sia stata ritrovata nell’abitazione in un lettino a piano terra, come avvinghiati, ma stretti in un abbraccio mortale. Verosimilmente potrebbe esserci stato un accoltellamento. Saranno le indagini a chiarire la dinamica della tragedia e le cause, oltre ad attribuirne le responsabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA