TERREMOTO CALABRIA/ Scossa di magnitudo 3 gradi nel Pollino provincia di Cosenza, oggi 23 ottobre 2012

Una scossa di terremoto di magnitudo 3 gradi della scala Richter registrato intorno alle ore 12 e 40 di oggi in provincia di Cosenza. Non si sono registrati danni a edifici o persone

23.10.2012 - La Redazione
sismografo_r439
Sismografo (Foto:Infophoto2)

Scossa di terremoto nel Pollino in Calabria, oggi 23 ottobre 2012 – Evento sismico di magnitudo 3 gradi della scala Richter registrato intorno alle ore 12 e 40 di oggi in provincia di Cosenza, nella zona del Pollino. La scossa, abituale in questa zona al confine tra Calabria e Basilicata soggetta da quasi un anno a scosse giornaliere fortunatamente non gravi, ma continue, è stata localizzata dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico: Pollino. I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo. L’epicentro è stato registrato alle coordinate 39.906°N, 16.021°E e a una profondità di 9,2 chilometri. I comuni nell’arco di dieci chilometri dall’epicentro sono quelli di ROTONDA (PZ), VIGGIANELLO (PZ), LAINO BORGO (CS), LAINO CASTELLO (CS), MORMANNO (CS). Quelli invece a circa venti chilometri dall’epicentro sono i comuni di CASTELLUCCIO INFERIORE (PZ), CASTELLUCCIO SUPERIORE (PZ), EPISCOPIA (PZ), LATRONICO (PZ), SAN SEVERINO LUCANO (PZ), ACQUAFORMOSA (CS), AIETA (CS), LUNGRO (CS), MORANO CALABRO (CS), ORSOMARSO (CS), PAPASIDERO (CS), SAN BASILE (CS), SAN DONATO DI NINEA (CS), SANTA DOMENICA TALAO (CS), SARACENA (CS), VERBICARO (CS). Come fanno sapere gli enti preposti al controllo tra cui al protezione civile non è stato registrato alcun crollo negli edifici o danni alla popolazione. Una scossa di 2.1 gradi era stata registrata ieri sera introno alle ore 21 sempr enella medesima zona, quella del Pollino. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia segue con attenzione  l’evoluzione di questa sequenza sismica dal suo inizio e ha avviato una serie di attività e di progetti per comprendere meglio quanto sta accadendo nella zona del Pollino con la disposizioen di speciali apparecchiature che controllano la zona stessa. L’Ingv ha infatti  installato una nuova stazione permanente della Rete Sismica Nazionale a Cetraro (CS) e tre stazioni temporanee collegate con la sal acontrollo centrale dell’Ingv.

Zona ad alta intensità sismica, nel maggio 1998 si verificò un evento di magnitodo pari a 5.6 gradi della scala Richter.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori