TERREMOTO/ Oggi in Italia le scosse, la magnitudo e i comuni coinvolti. Sabato 22 dicembre 2012

Anche nella giornata di oggi, sabato 22 dicembre 2012, diversi terremoti hanno interessato il territorio italiano. Colpita ancora l’area del Pollino, al confine tra Calabria e Basilicata

22.12.2012 - La Redazione
terremoto_r439
I terremoti di oggi (Infophoto)

Anche nella giornata di oggi, sabato 22 dicembre 2012, diversi terremoti hanno interessato il territorio italiano. A conferma che uno sciame sismico è tuttora attivo nella zona, ad essere nuovamente colpito è il solito distretto sismico del Pollino, al confine tra Calabria e Basilicata, già gravemente interessato verso la fine del mese scorso da un evento sismico di magnitudo 5. Il primo terremoto di oggi si è verificato, secondo quanto riporta l’Ingv, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, alle ore 1.14 con una magnitudo di 2.1. L’epicentro del sisma, localizzato in provincia di Potenza esattamente alle coordinate 39.912°N, 16.109°E e a una profondità di 6.4 chilometri, si trova distante a un massimo di 10 chilometri dai comuni di Rotonda (Pz), Viggianello (Pz) e Morano Calabro (Cs), mentre in un raggio compreso tra i 10 e i 20 chilometri dall’epicentro vi sono i comuni di Castelluccio Inferiore (Pz), Castelluccio Superiore (Pz), Episcopia (Pz), Francavilla In Sinni (Pz), San Severino Lucano (Pz), Terranova Di Pollino (Pz), Acquaformosa (Cs), Castrovillari (Cs), Frascineto (Cs), Laino Borgo (Cs), Laino Castello (Cs), Lungro (Cs), Mormanno (Cs), San Basile (Cs) e Saracena (Cs). Esattamente un minuto più tardi, alle ore 1.15, un nuovo terremoto è stato registrato leggermente più a nord, in provincia di Cosenza (Calabria) ma nel distretto sismico del Monte Alpi Sirino. L’evento sismico, di magnitudo 2.2, è stato localizzato alle coordinate 39.944°N, 15.992°E e a una profondità di 8.7 chilometri. In questo caso i comuni più vicini all’epicentro sono quelli di Castelluccio Inferiore (Pz), Castelluccio Superiore (Pz), Rotonda (Pz), Viggianello (Pz), Laino Borgo (Cs), Laino Castello (Cs) e Mormanno (Cs), mentre quelli distanti tra i 10 e i 20 chilometri sono quelli di Episcopia (Pz), Latronico (Pz), Lauria (Pz), San Severino Lucano (Pz), Aieta (Cs), Morano Calabro (Cs), Orsomarso (Cs), Papasidero (Cs), Santa Domenica Talao (Cs) e Tortora (Cs). Non passano neanche due ore e alle ore 3.14 viene registrato un nuovo terremoto, stavolta in Emilia Romagna, in provincia di Modena. 

L’evento, di magnitudo 2.8 sulla scala Richter, è stato localizzato nel distretto sismico della Pianura padana emiliana, alle coordinate 44.906°N, 11.218°E e a una profondità di 9.7 chilometri. I comuni coinvolti sono Borgofranco Sul Po (Mn), Carbonara Di Po (Mn), Felonica (Mn), Magnacavallo (Mn), Ostiglia (Mn), Pieve Di Coriano (Mn), Poggio Rusco (Mn), Revere (Mn), San Giacomo Delle Segnate (Mn), San Giovanni Del Dosso (Mn), Schivenoglia (Mn), Sermide (Mn), Villa Poma (Mn), Bergantino (Ro), Calto (Ro), Castelmassa (Ro), Castelnovo Bariano (Ro), Ceneselli (Ro), Melara (Ro), Camposanto (Mo), Finale Emilia (Mo), Medolla (Mo), Mirandola (Mo), San Felice Sul Panaro (Mo), Crevalcore (Bo), Bondeno (Fe) e Cento (Fe).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori