TERREMOTO EMILIA/ Scossa di 3.2 gradi in provincia di Modena

- La Redazione

Neanche nel giorno del lutto nazionale celebrato per le vittime del 29 maggio la terra si è fermata. Oggi le vibrazioni sono state più 70. Alle 20.04 ce ne è stata una di magnitudo 3.2.

sisma4R450
Infophoto

Ancora scosse In Emilia Romagna. Neanche nel giorno del lutto nazionale celebrato per le vittime del 29 maggio la terra si è fermata. Oggi le vibrazioni sono state più 70. Alle 20.04 ce ne è stata una di magnitudo 3.2. Il suo ipocentro è stato identificato dai macchinari dell’Istituto di Geofisica e Vulcanologia ad una profondità di 9.4 chilometri, in provincia di Modena. Per la precisione, alle coordinate 44.895°N, 10.895°E. Il distretto sismico ove è stato avvertito è quello della Pianura padana emiliana. Ancora una volta, molti Comuni lo hanno avvertito distintamente. Quelli collocati in un raggio compreso entro i 10 chilometri sono: Gonzaga (Mn), Moglia (Mn), Fabbrico (Re), Reggiolo (Re), Rolo (Re),  Concordia Sulla Secchia (Mo), Novi Di Modena (Mo); quelli, invece, compresi in un’area delimitata da un raggio tra i 10 e 20 chilometri sono: Bagnolo San Vito (Mn), Motteggiana (Mn), Pegognaga (Mn), Quistello (Mn), San Benedetto Po (Mn), San Giacomo Delle Segnate (Mn), San Giovanni Del Dosso (Mn), Suzzara (Mn), Campagnola Emilia (Re), Correggio (Re), Novellara (Re), Rio Saliceto (Re), San Martino In Rio (Re), Bastiglia (Mo), Carpi (Mo), Cavezzo (Mo),  Medolla (Mo), Mirandola (Mo), San Possidonio (Mo), San Prospero (Mo),  Soliera (Mo). Poco minuti prima di questa scossa ce ne era stata un’altra. Stessa regione, stessa provincia e stesso distretto sismico. Tuttavia, questa volta, l’intensità è stata di magnitudo 3.1. Si è verificata alle 19.48, alle coordinate 44.894°N, 10.908°E mentre il suo ipocentro è stato registrato ad una profondità di 9.2 chilometri. I Comuni dove è stato avvertito, circoscritti da un’area di 10 chilometri a partire dall’ipocentro sono Moglia (Mn), Rolo (Re), Concordia Sulla Secchia (Mo), Novi Di Modena (Mo), San Possidonio (Mo); quelli compresi in un’area dal raggio tra i 10 e i 20 chilometri sono, invece: Gonzaga (Mn), Pegognaga (Mn), Poggio Rusco (Mn), Quingentole (Mn), Quistello (Mn), San Benedetto Po (Mn), San Giacomo Delle Segnate (Mn), San Giovanni Del Dosso (Mn), Schivenoglia (Mn), Villa Poma (Mn), Fabbrico (Re), Reggiolo (Re), Rio Saliceto (Re), Rolo (Re), Bastiglia (Mo), Bomporto (Mo), Camposanto (Mo), Carpi (Mo), Medolla (Mo), Ravarino (Mo), San Felice Sul Panaro (Mo), Soliera (Mo).

Come ricorda sempre l’Ingv, benché ogni singolo dato e parametro sia stato rivisti da esperti ed  analisti sismologi «nessuna garanzia implicita o esplicita è fornita. Ogni rischio derivante da un uso improprio dei parametri o dall’utilizzo delle informazioni inaccurate è assunto dall’utente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori