TERREMOTO OGGI/ Scossa di M 1.3 in provincia di Bologna, Emilia-Romagna (in tempo reale, domenica 29 marzo ore 16.35)

- La Redazione

Terremoto oggi, domenica 29 marzo 2015. Due scosse sono state avvertite oggi al largo della costa calabrese meridionale, rispettivamente di magnitudo 2.4 e 2.9 gradi

sismografo_new_r439
Sismografo (Fonte Infophoto)

Tra le ultime scosse di terremoto registrate nelle ultime ore, l’Ingv segnala diversi eventi avvenuti ancora in provincia di Bologna (Emilia-Romagna) nell’area dell’Appennino pistoiese. Il terremoto più recente ha raggiunto una magnitudo di 1.3 gradi della Scala Richter, con epicentro localizzato a poca distanza dai comuni di Gaggio Montano (Bo), Lizzano In Belvedere (Bo) e Porretta Terme (Bo). Un altro sisma di magnitudo 1.9 è stato avvertito in provincia di Reggio Calabria: in questo caso i comuni maggiormente coinvolti sono Bianco (Rc), Bovalino (Rc) e Africo Nuovo (Rc).

Continua a tremare la terra nei pressi della costa calabrese meridionale, dove l’Ingv ha registrato poco fa un nuovo terremoto di magnitudo pari a 3.5 gradi della Scala Richter. La scossa si è verificata poco prima delle 13 con epicentro in mare ma a poca distanza dalla terra: entro i dieci chilometri sono infatti presenti i comuni di Africo (Rc), Bianco (Rc) e Bovalino (Rc), mentre tra i dieci e i venti chilometri ci sono i comuni di Ardore (Rc), Benestare (Rc), Brancaleone (Rc), Bruzzano Zeffirio (Rc), Caraffa Del Bianco (Rc), Careri (Rc), Casignana (Rc), Ciminà (Rc), Ferruzzano (Rc), Locri (Rc), Portigliola (Rc), Samo (Rc), San Luca (Rc), Sant’Agata Del Bianco (Rc) e Sant’Ilario Dello Ionio (Rc).

Due terremoti sono stati registrati oggi in Calabria. Come fa sapere l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), le scosse hanno raggiunto una magnitudo rispettivamente di 2.4 e 2.9 gradi della Scala Richter: l’epicentro è stato localizzato in mare, a poca distanza dalla costa meridionale e a non più di dieci chilometri dai comuni di Africo (Rc), Bianco (Rc) e Bovalino (Rc). Gli altri comuni coinvolti, ma distanti tra i dieci e i venti chilometri, sono Antonimina (Rc), Ardore (Rc), Benestare (Rc), Brancaleone (Rc), Bruzzano Zeffirio (Rc), Caraffa Del Bianco (Rc), Careri (Rc), Casignana (Rc), Ciminà (Rc), Ferruzzano (Rc), Gerace (Rc), Locri (Rc), Portigliola (Rc), Samo (Rc), San Luca (Rc), Sant’Agata Del Bianco (Rc), Sant’Ilario Dello Ionio (Rc) e Staiti (Rc). Un altro terremoto di magnitudo 2.1 è avvenuto poco prima al largo della costa marchigiana, interessando i comuni di Fano (Pu), Mondolfo (Pu) e San Costanzo (Pu).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori