Terremoto Oggi / Toscana, Massa Carrara: scossa di M 2.2 (dati INGV in tempo reale, 14 ottobre 2016, ore 21.20)

- La Redazione

Terremoto oggi, scossa in provincia di Rieti durante la serata con picchi al di sotto dei 2.0M. Trema anche la provincia di Ascoli Piceno: sisma di 1.4M. (14 ottobre 2016).

terremoto_centroitalia1R439
Terremoto oggi (LaPresse)

Nella giornata di oggi c’è stata un’altra scossa stavolta in provincia di Massa Carrara. Questa si è verificata con 2.2 di Magnitudo alle ore 20.56 alle seguenti coordinate: 44.1 latitudine, 10.09 longitudine. L’epicentro è stato localizzato a 14 chilometri di profondità dalla superficie terrestre. I comuni nel raggio di venti chilometri dall’epicentro sono i seguenti: Carrara (MS); Ortonovo (SP); Castelnuovo Magra (SP); Fosdinovo (MS); Massa (MS); Sarzana (SP); Ameglia (SP); Montignoso (MS); Minucciano (LU); Casola in Lunigiana (MS); Lerici (SP); Arcola (SP); Vagli Sotto (LU); Santo Stefano di Magra (SP); Aulla (MS); Fivizzano (MS); Seravezza (LU); Forte dei Marmi (LU); Podenzana (MS); Vezzano Ligure (SP); Bolano (SP); Giuncugnano (LU); Licciana Nardi (MS); Tresana (MS); Careggine (LU); Pietrasanta (LU); Piazza al Serchio (LU) e Follo (SP).

Anche in questa prima parte della serata il terremoto in centro Italia è il costante protagonista dei fenomeni sismici della giornata di oggi, e non solo: dalle ore 17.21 fino alle 18.04 sono state ben 4 le scosse di terremoto avvenute presso la medesima area tra le provincia di Perugia e quelle di Rieti, Macerata e Ascoli Piceno. Ipocentro di media tra le 8 e gli 11 km di profondità sotto il livello del terreno, mentre il grado di magnitudo dello sciame sismico ha misurato sempre 2.0 sulla scala Richter. Il centro nazionale INGV con dati in tempo reale ha evidenziato come l’epicentro dello sciame sia tutto in unico luogo, presso i comuni di Norcia, Accumoli, Arquata del Tronto, Cascia, Castelsantangelo sul Nera, Preci, Cittareale, Montegallo, Poggiodomo, Visso, Amatrice, Ussita e Montefortino. Non sono risultati particolari danni da segnalare, nemmeno segnalazioni particolari presso i luoghi colpiti ancora in queste ore da un lieve sciame sismico che tiene comunque in minima allerta il centro nazionale INGV.

Anche il pomeriggio di oggi ha presentato un terremoto in centro Italia e un continuo sciame sismico sempre nelle medesime aree del cratere sismico: Rieti, Perugia, Ascoli Piceno e Macerata. Proprio quest’ultima è protagonista della scossa di più alto grado di magnitudo nel pomeriggio di oggi, nelle ultime due ore: alle 17.10 la scossa di terremoto con grado M 2.0 sulla scala Richter, è avvenuta con ipocentro a 11 km di profondità sotto il livello del terreno, mentre l’epicentro del sisma è stato calcolato dal centro nazionale INGV con dati sempre in tempo reale, presso i comuni di Castelsantangelo sul Nera, Norcia, Preci, Ussita, Visso, Arquata del Tronto, Montegallo, Montemonaco, Bolognola, Montefortino, Accumoli, Cascia, Sellano. Le altre scosse più lievi avvenute nelle ultime ore sono avvenute con epicentro presso le province di Rieti e Ascoli Piceno, ma senza per fortuna generare alcun danno particolare a cose, persone, strade o palazzi.

Dopo le varie scosse di terremoto che questa mattina hanno continuato ad interessare le Regioni del centro Italia già colpite dal forte sisma dello scorso agosto, si sono ripetuti due nuovi eventi sismici entrambi nella zona della provincia di Perugia. Il primo, nonché il più forte, ha avuto magnitudo 2.5 della Scala Richter ed è stato localizzato nella provincia di Perugia nelle medesime coordinate geografiche: 42.82 di latitudine e 13.18 di longitudine ad una profondità di 9 km. Il terremoto è stato registrato dalla sala sismica INGV di Roma alle ore 12:56 ed è stato localizzato a 42 Km a Est di Foligno ed a 46 Km a Ovest di Teramo, interessando soprattutto i comuni di Norcia (PG) e Castelsantangelo sul Nera (MC). Alle ore 12:59, ovvero a distanza di appena tre minuti è stata registrata una seconda scossa nella medesima zona, ma ad una profondità di 8 km. Questa volta l’intensità è stata minore della precedente, ovvero di magnitudo 2.0 ed ha interessato gli stessi comuni, compresi Arquata del Tronto (AP), Montegallo 8AP), Preci (PG), Accumoli (RI), Visso (MC), Ussita (MC), Montemonaco (AP), Cascia (PG), Acquasanta Terme (AP) e Montefortino (FM).

Seconda forte scossa di giornata per il terremoto in centro Italia, che nella notte ha segnato una nuova allerta per il sisma di grado M 3.3 a Rieti: questa mattina invece, alle ore 10.45 è la zona attigua ai comuni della provincia di Perugia, con coinvolti nell’epicentro anche ovviamente le aree di Rieti, Ascoli Piceno e Macerata, almeno quelle appartenenti al cratere sismico del gravissimo terremoto del 24 agosto scorso. Ipocentro dell’ultimo forte sisma a 9 km sotto il livello del terreno, mentre l’epicentro è stato calcolato dal centro nazionale INGV con dati in tempo reale, è situato presso i comuni di Preci, Visso, Norcia, Ussita, Castelsantangelo sul Nera, Sellano, Cerreto di Spoleto, Cascia, Fiordimonte, Monte Cavallo, Bolognola, Pieve Torina, Acqucanina, Fiastra e Cerreto di Spoleto. Alle 11.21 è invece ancora Rieti e mostrare un terremoto di grado superiore alla quota minima limite, M 2.0 sulla scala Richter: epicentro presso i comuni di Micilgiano, Antrodoco, Borgo Velino, Posta, Borbona, Cittaducale, Cantalice, Leonessa, Poggio Bustone, Cagnano Amiterno e Rivodutri.

La nottata di oggi ha visto tre scosse di terremoto principali che hanno coinvolto ancora una volta il centro Italia con le province vicino al cratere sismico che hanno visto  un livello di scossa sismica al di sopra del limite di minima allerta. Non ci sono stati danni né conseguenze negative ma per la scossa di terremoto avvenuta alle ore 6.09 qualche avvisaglia è stata avvertita dalla popolazione: magnitudo a 3.3 sulla scala Richter, ipocentro a 11 km di profondità sotto il livello del terreno e l’epicentro invece calcolato dal centro nazionale INGV presso i comuni di Amatrice, Campotosto, Accumoli, Capitignano, Montereale, Cortino, Cittareale, Crognaleto, Arquata del Tronto, Acquasanta Terme, Valle Castellana, Fano Adriano. Alle ore 7.27 è invece la provincia di Perugia a segnalare un terremoto di grado M 2.2 Richter, presso i comuni vicino all’epicentro che riguardano Norcia, Accumoli, Cascia, Castelsantangelo sule Nera, Preci, Cittareale, Visso, Poggiodomo, Cerreto di Spoleto, Ussita e ancora una volta Amatrice.

La situazione sismica in provincia di Rieti non accenna a tranquillizzarsi anche nelle prime ore di oggi dopo la giornata di ieri, in cui si è verificato un importante terremoto di 2.5M. Anche alle 00:43 di oggi si è verificata una nuova scossa, sebbene di potenza inferiore a quelle precedenti e pari a 2.2 della scala Richter. L’epicentro è stato individuato a latitudine 42.74 e longitudine 13.19, profondità 10 km, colpendo il comune di Accumoli ed estendendosi poi anche a Norcia ed Arquata del Tronto. Interessate anche Cittareale, Cascia, Amatrice, Montegallo, Castelsantangelo sul Nera, Acquasanta Terme e Preci. L’epicentro è identico agli altri ed al sisma subito precedente di 2.3M, avvenuto alle 22:40. In quel caso la profondità è stata di soli 9 km. Fra una scossa è l’altra sono stati rilevati anche diversi picchi di minore entità, che sono oscillati dagli 1.2M delle 23:14 fino ad un massimo di 1.5M, avvenuto nello stesso istante. Il Centro Nazionale INGV nelle ore serali di ieri ha registrato anche diversi movimenti tellurici nelle province di Perugia, Macerata ed Ascoli Piceno, quest’ultima colpita anche alle 00:54 con un sisma di 1.4M. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori