CAPPELLA SISTINA IN 3D/ Video: visita virtuale al capolavoro di Michelangelo a 360°

- La Redazione

Visita virtuale alla Cappella Sistina 3D dal sito del vaticano. Guarda il video

giudizio_universale_michelangeloR400
MIchelangelo Buonarroti, Giudizio Universale (particolare)

Navigare nella Cappella Sistina, seduti a casa propria semplicemente spostando il mouse: il sito del Vaticano mette a disposizione un tour virtuale della stanza affrescata da Michelangelo in 3D. Un viaggio affascinante, a schermo intero, con la possibilità di ingrandire le immagini ad altissima definizione e muoversi dal pavimento in marmo, fino al soffitto, con la creazione di Adamo, attraversando l’imponente Giudizio Universale.

La visita alla Cappella Sistina 3D è stata pensata e creato da un team della Villanova University (Pennsylvania) che ha utilizzato per la realizzazione la tecnologia “Flash”, ottenendo dei risultati da lasciare senza fiato, grazie alla possibilità di vedere i dipinti fin nel dettaglio. Diverse migliaia di fotografie digitali sono state scattate e poi “cucite insieme”, i colori corretti, e successivamente elaborati dai  membri dell’equipe, per creare un file 3D che presenti la Sistina in una proiezione tridimensionale e veritiera.
La Cappella Sistina, voluta da Papa Sisto IV della Rovere, da cui prende il nome fu consacrata al culto dell’Assunta il 15 agosto del 1483 d.C. dal Pontefice Sisto IV.

Il nipote, Papa Giulio II della Rovere, che svolse un ruolo fondamentale nel rinnovamento artistico di Roma, in chiave rinascimentale, 25 anni più tardi decise di modificare le decorazioni precedenti (opera di un equipe di grandi artisti, Perugino, il Botticelli, il Signorelli e il Ghirlandaio) affidando l’incarico a Michelangelo Buonarroti. Michelangelo dipinse nove episodi tratti dal libro della Genesi organizzati, all’interno di un architettura fittizia, in gruppi tematici.
L’artista poi rappresentò lungo i lati della volta figure di sibille e profeti seduti in trono, nelle vele, quelle che presumibilmente devono ritenersi gli antenati di Cristo, e nei quattro pennacchi angolari alcuni episodi della salvazione del popolo d’Israele.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori