Dargen D’amico/ “Sono in dimensione spirituale”, autoironia e talento al Summer Hits

- Jacopo D'Antuono

Dargen D’Amico svela le sue due anime musicali e come nascono le sue canzoni: “”C’è sempre materiale di vita in ciò che scrivo”

dargen d'amico
(Facebook)

Dargen D’Amico scalda il Tim Summer Hits

Ancora Dargen D’Amico, ancora Tim Summer Hits. Il “cantautorap”, come si è definito lo stesso artista, è pronto a vibrare insieme ad un pubblico caliente. Un pubblico che ha iniziato ad amarlo e scoprirlo soprattutto quando ha partecipato al Festival di Sanremo 2022, anche se ovviamente l’artista non era affatto sconosciuto agli addetti ai lavori. Un profilo originale, autentico e auto-ironico, ma comunque non decifrabile fino in fondo. “Mi sento più vicino al cantautorato italiano che al pop”, ha raccontato recentemente al Corriere. “Cantautorap è una definizione che mi sono dato qualche anno fa per cercare di condensare in una parola sola la mia influenza afro-americana con la passione per la scrittura”.

Dargen D’Amico, successo senza precedenti con Ubriaco di te

Il 42enne milanese sta riscontrando un successo senza precedenti e il suo nuovo singolo Ubriaco di Te sembra aver rinnovato la sua popolarità, portandola su vette più alte. Insomma, forse è proprio merito delle due anime musicali a cui Dargen D’Amico ha spesso fatto riferimento. Due anime che gli hanno permesso di trarre spunto dalla vita vissuta per produrre i successi che oggi, tutti noi, conosciamo.

“C’è sempre materiale di vita in ciò che scrivo e anche in questo caso c’è stato uno scatto vitale provocato dal fatto che sono arrivato ai quaranta e ho avuto tempo per riflettere meglio in questi ultimi due anni di pandemia, in cui sono cambiato come tutti. Diciamo che sono entrato in una dimensione spirituale”, ha raccontato a proposito della sua musica.







© RIPRODUZIONE RISERVATA