CASALEGGIO ALL’ONU PER ROUSSEAU: “DIFENDO DIRITTI”/ È caos: “Conflitto d’interessi”

- Carmine Massimo Balsamo

Davide Casaleggio in missione all’Onu per parlare dell’associazione Rousseau di cui è presidente. Forza Italia e Pd all’attacco: bufera sul M5s.

davide casaleggio
Beppe Grillo e Davide Casaleggio (LaPresse)

La presenza di Davide Casaleggio all’Onu per parlare di Rousseau e di cittadinanza digitale ha scatenato un vero e proprio putiferio. Il numero uno della celebre associazione vicina al M5s ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera, sottolineando di essere «da sempre in prima linea per difendere i diritti che possono essere esercitati attraverso Internet e per questo motivo ha sostenuto questa iniziativa», evidenziando inoltre che il progetto «è diventato un case study in diversi Paesi» e che «dovremmo esserne orgogliosi». Ma non mancano le polemiche sul presunto conflitto d’interessi: Forza Italia e Pd sono passati all’attacco, così come la “dissidente” grillina Elena Fattori. Intervistata da Adnkronos, la senatrice ha affermato: «Casaleggio all’Onu rappresenta un vergognoso conflitto di interessi. Davide oltre a essere fondatore del Movimento 2.0 è anche imprenditore. Rousseau non è un asset pubblico ma appartiene a una Associazione. Non è a disposizione dei cittadini italiani a seguito di una gara pubblica ma è pertinente a una singola forza politica». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

DAVIDE CASALEGGIO ALL’ONU: “PARLERO’ DI CITTADINANZA DIGITALE”

Davide Casaleggio all’Onu per parlare dell’associazione Rousseau, di cui è presidente, e per promuovere la cittadinanza digitale: scoppiano le polemiche. Il figlio di Gianroberto, fondatore del Movimento 5 Stelle insieme a Beppe Grillo, interverrà nel corso di un evento dal titolo “Digital Citizenship: Crucial Steps Towards a Universal and Sustainable Society” per sostenere l’iniziativa delle Nazioni Unite «propedeutica alla presentazione di una risoluzione a difesa dei diritti di cittadinanza digitale», come spiegato ai microfoni del Corriere della Sera. Al centro la rivoluzione del web, del digitale e delle tecnologie dell’informazione, con la risoluzione che «intende promuovere un percorso di riconoscimento nella comunità internazionale di questi diritti». Casaleggio ha inoltre evidenziato di non viaggiare con la delegazione del Governo e che sosterrà le spese per conto suo, ma non mancano gli attacchi da parte di alcune forze politiche…

DAVIDE CASALEGGIO ALL’ONU: E’ BUFERA

«Ormai l’associazione Rousseau sostituisce ogni tipo di istituzione», l’attacco del senatore di FI Maurizio Gasparri: «Ora abbiamo anche Casaleggio junior che va a rappresentare l’Italia alle Nazioni Unite. Del resto con Di Maio alla Farnesina è ovvio che questa gente si senta padrona del mondo». Come riporta Adnkronos, l’esponente azzurro ha poi aggiunto: «A che titolo e per dire cosa va Rousseau alle Nazioni Unite a un incontro di rango istituzionale?. Siamo di fronte a un rovesciamento della realtà». Aspre critiche arrivano anche dagli alleati di Governo del Partito Democratico, ecco il tweet di Filippo Sensi: «Leggo di una proposta Casaleggio all’Onu. A nome, nientemeno dell’esecutivo italiano. Quale? Quello di prima? Quello di adesso? E il governo? Russo’? Sveglia». Un dibattito che si è acceso nelle ultime ore e che ha coinvolto diversi esponenti politici, basti pensare al dem Andrea Romano che parla apertamente di conflitto d’interessi.







© RIPRODUZIONE RISERVATA