Davide Faraone, morto il padre Rosario/ “Se n’è andato soffrendo ma senza un lamento”

- Silvana Palazzo

Davide Faraone, morto il padre Rosario per un male incurabile: “Se n’è andato soffrendo ma senza un lamento”, ha scritto il senatore di Italia Viva su Facebook

davide_faraone_sottosegretario_governo_salute_lapresse_2017
Davide Faraone (LaPresse)

Lutto per Davide Faraone, il presidente dei senatori di Italia Viva: è morto il padre Rosario. A dare la notizia è Italia Viva Sicilia, che ha espresso «profondo senso di vicinanza» al figlio e alla sua famiglia. Inoltre, lo hanno descritto come un «uomo di grande umanità, guida stabile per la famiglia, persona di forte sensibilità». Nella nota si sottolinea il fatto che Rosario Faraone «lascia in tutti coloro che lo hanno conosciuto un segno tangibile della sua presenza». Il padre del senatore del partito di Matteo Renzi aveva 68 anni e da qualche mese lottava contro un male incurabile.

La notizia della morte è stata poi confermata dallo stesso Davide Faraone, che in un lungo post su Faceook ha salutato dolorosamente il padre. «Alla fine il giorno in cui avrei dovuto cercare nel suo armadio il vestito scuro, la camicia bianca e la cravatta rossa è arrivato», ha esordito sui social. Quindi, ha spiegato che il padre è andato via «soffrendo ma senza un lamento».

DAVIDE FARAONE IN LUTTO PER LA MORTE DEL PADRE

Anche in questo è stato per Davide Faraone e tutta la sua famiglia un riferimento, perché ha insegnato loro «come si affronta una malattia e come si muore». Il senatore di Italia Viva ha anche ricordato che questo è stato «l’ultimo insegnamento della sua vita straordinaria», che Rosario Faraone ha vissuto «accanto alla donna che ha conosciuto che erano bambini ed ha sempre amato, ai suoi fratelli, i figli ed i nipoti».

Davide Faraone si è lasciato andare ad una confessione: «Posso soltanto dirvi che non riuscirò mai ad essere come lui. Papà sarà sempre il punto di riferimento inarrivabile, l’esempio da seguire. Sono riuscito a dirglielo soltanto qualche giorno prima che se ne andasse». Nel lungo post ha confidato anche che prima di morire è riuscito a vedere Sara, «mia figlia, la nipote che ha amato molto più di se stesso e che è riuscito a vedere qualche giorno prima di lasciarci». In questa occasione gli ha detto: «È il giorno più bello della mia vita». Ora è certo che sia «sereno».



© RIPRODUZIONE RISERVATA