Dino Giarrusso: “Lascio il M5s”/ “Governo Draghi è la morte del Movimento”

- Carmine Massimo Balsamo

L’europarlamentare dà l’addio al Movimento 5 Stelle: nel mirino di Dino Giarrusso la gestione del nuovo corso pentastellato, ma non solo

Dino Giarrusso
Dino Giarrusso (LaPresse, 2019)

Dino Giarrusso lascia il Movimento 5 Stelle, l’annuncio scuote il mondo grillino. Esponente pentastellato della prima ora, l’ex inviato de Le Iene ha confermato il suo addio al Movimento di Giuseppe Conte a Coffee Break, programma in onda su La7. L’europarlamentare ha denunciato i tentativi di “silenziarlo”, complice “un veto della comunicazione” sulla sua partecipazione nelle trasmissioni tv. Ma non solo.

Una decisione sofferta, ha confermato Dino Giarrusso, che ha messo nel mirino il reale peso del Movimento 5 Stelle all’interno del governo guidato da Mario Draghi. Secondo l’ormai ex 5 Stelle, sono andati persi i valori originari del movimento fondato da Grillo e Casaleggio: “Stiamo in un governo che non ci rispetta e che ha visto morire i nostri valori”. L’ex iena ha poi sottolineato di aver cercato di contattare il leader Conte per un confronto, ma senza successo: “Anche ieri gli ho scritto un messaggio prima di venire qui ma non ho avuto nessuna risposta”.

DINO GIARRUSSO: “FONDO NUOVO MOVIMENTO”

Nel suo intervento a Coffee Break, Dino Giarrusso ha confermato la stima nei confronti di Giuseppe Conte e ha elogiato il suo operato ai tempi del governo giallorosso. Ma c’è anche un dettaglio che non è passato inosservato: “Conte ha fatto una struttura, ma nessuno di questi organi sono stati votati: sono stati tutti nominati da lui”. Dino Giarrusso ha acceso i riflettori sulla delusione degli attivisti pentastellati: “Oggi molti ci dicono che li abbiamo delusi e questo perchè vogliono fare i politici di professione”. L’addio al Movimento 5 Stelle è ormai sancito, ma l’europarlamentare guarda oltre. Incalzato da Pancani, Dino Giarrusso ha rivelato di essere al lavoro per fondare un nuovo movimento politico: “Ne ho parlato con tante persone, non solo fuoriusciti M5s. Non ne ho parlato con Di Battista ma con altre persone, anche di altre formazioni. Un movimento politico che faccia sì, finalmente, che Sud e Nord camminino alla stessa velocità”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA