Diretta Giro di Svizzera 2019/ Elia Viviani ha vinto la 5^ tappa, Sagan battuto!

- Claudio Franceschini

Segui il Giro di Svizzera 2019 in diretta streaming video: nella quinta tappa ha vinto ancora Elia Viviani, che ha sconfitto Peter Sagan in volata

Fabio Aru (LaPresse)
Diretta Giro di Svizzera 2019, 5^ tappa (Foto LaPresse)

Elia Viviani ha vinto la quinta tappa del Giro di Svizzera 2019 sul traguardo di Einsiedeln, facendo il bis della vittoria ottenuta già ieri. Un Giro di Svizzera dunque davvero fantastico per il campione d’Italia della Deceuninck-Quick Step, che ne aveva bisogno per risollevarsi dopo un periodo difficile e rilanciarsi così verso il Tour de France. Vittoria di lusso per Elia Viviani anche perché il primo dei battuti è stato un certo Peter Sagan, che comunque dal canto suo si gode un altro giorno al comando della classifica generale – ma domani arrivano le grandi montagne e si cambierà registro. Terzo posto per Jasper Stuyven della Trek-Segafredo, mentre Elia Viviani sale a quota sei vittorie nel 2019, tutte ottenute in gare del circuito World Tour. Insomma, per essere un anno difficile non è davvero male per il campione olimpico dell’omnium, che può definitivamente archiviare un Giro d’Italia negativo, che è stato dunque solo una parentesi infelice. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GRUPPO RECUPERA

Fuga apparentemente senza speranze nella quinta tappa del Giro di Svizzera 2019. In questo momento infatti la testa della corsa è ancora formata da Stefan Kung (Groupama-FDJ), Matej Mohoric (Bahrain-Merida) e Fabien Greiller (Total Direct Energie), cioè i tre coraggiosi attaccanti da lontano, tuttavia il loro margine di vantaggio nei confronti del gruppo è sceso sotto il minuto e mezzo e di conseguenza sembrano davvero ridotte al lumicino le possibilità di questi tre fuggitivi di giocarsi la vittoria sul traguardo di Einsiedeln, dove i protagonisti dovrebbero essere altri. Stefan Kung sarebbe comunque ancora il leader virtuale della corsa in virtù dei soli 25 secondi che lo separano da Peter Sagan nella classifica del Giro di Svizzera 2019, ma questo è un ulteriore motivo per il quale sono in tanti a non volere lasciare spazio a questa fuga. Dunque salvo colpi di scena clamorosi il destino della fuga è segnato e vedremo nel finale della tappa che cosa potrà succedere. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL GIRO DI SVIZZERA 2019

La diretta tv del Giro di Svizzera 2019, per la quinta tappa Munchenstein-Einsiedeln, sarà trasmessa come sempre da Eurosport 2: sarà dunque un appuntamento riservato ai soli abbonati alla televisione satellitare, mentre qualora vogliate avvalervi di apparecchi mobili (PC, tablet e smartphone) per seguire la tappa in diretta streaming video dovrete sottoscrivere un abbonamento alla piattaforma Eurosport Player, oppure attivare l’applicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi.

FUGA CON 3 UOMINI

La quinta tappa del Giro di Svizzera 2019 è al momento caratterizzata dalla classica fuga da lontano, oggi però con nomi illustri al suo interno. Infatti la testa della corsa è formata da Stefan Kung (Groupama-FDJ), Matej Mohoric (Bahrain-Merida) e Fabien Greiller (Total Direct Energie), con il padrone di casa Kung e lo sloveno Mohoric che meritano una citazione per le loro qualità. Anche per questo motivo il gruppo non sta lasciando molto spazio a questi tre coraggiosi attaccanti da lontano: il vantaggio della testa della corsa si aggira attorno ai tre minuti quando sono stati percorsi poco meno di 50 km della frazione da Münchenstein a Einsiedeln, una tappa di difficile lettura. Il dislivello complessivo di 2750 metri non è certo perfetto per i velocisti puri, ma il circuito finale piuttosto semplice lascia qualche speranza alle ruote veloci a partire dal nostro Elia Viviani, trionfatore ieri. Naturalmente invece i fuggitivi sperano che gli sprinter non provino a resistere e di avere il via libera per giocarsela attaccando da lontano. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Finalmente sta per iniziare la quinta tappa del Giro di Svizzera 2019: va ricordato che questa corsa a tappe è stata vinta da un corridore italiano, per l’ultima volta, nel 1999. Ci era riuscito Francesco Casagrande, che aveva aperto un podio di tutto rispetto con la presenza di Laurent Jalabert e Gilberto Simoni; il ciclista fiorentino aveva riportato il trofeo del Giro di Svizzera nel nostro Paese ad un solo anno dal successo di Stefano Garzelli. Gil anni Novanta hanno visto sventolare il tricolore in altre due occasioni, sempre consecutive, con Giorgio Furlan (davanti a Gianni Bugno) e Marco Saligari; tra i plurivincitori va ricordato naturalmente Gino Bartali, con il back to back nel 1946 e 1947, ma anche e soprattutto il poker di Pasquale Fornara. Il piemontese, a podio al Giro d’Italia (terzo) e alla Vuelta (secondo) e quarto al Tour de France ha ottenuto i suoi successi negli anni Cinquanta, facendo doppietta nel 1957 e 1958. Ora però è arrivato il momento di concentrarsi su quello che succederà tra pochi minuti, e nel corso della giornata: mettiamoci comodi e lasciamo che a parlare sia il percorso che la carovana sta per affrontare, la diretta della quinta tappa del Giro di Svizzera 2019 prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

IL PERCORSO

Tra poco assisteremo alla diretta della quinta tappa del Giro di Svizzera 2019: ne mancheranno soltanto quattro per chiudere questa corsa a tappe. Un’occasione utile per scoprire il percorso che resta: la sesta tappa che si correrà giovedì vedrà la carovana partire a Einsiedeln, punto d’arrivo odierno, e arrivare a Flumserberg. Venerdì 21 giugno invece il percorso si snoderà da Unterterzen fino ai 2091 metri del San Gottardo, in una strada che seguirà per qualche tempo il corso dei fiume. Da qui si aprirà una tre giorni di fuoco, perchè il giorno seguente è prevista la cronometro: si arriverà nel Canton Vallese, capoluogo dell’omonimo distretto, mentre la nona tappa sarà la Ulrichen-Ulrichen. Chi aspetta una passerella resterà sorpreso: il tappone sarà assolutamente selettivo, con picchi da 2436 metri e ben tre passi che verranno toccati durante la giornata. Dunque, la classifica che scaturirà dopo la cronometro potrebbe essere completamente stravolta: vedremo cosa succederà, intanto però la carovana del Giro di Svizzera 2019 deve ancora affrontare la sua quinta tappa. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ANNO SCORSO

In vista della quinta tappa al Giro di Svizzera 2019, vale la pena fare un salto nel passato e parlare di quanto era accaduto lo scorso anno. Era il 13 giugno quando la carovana aveva percorso le strade di questa gara nella sua quinta giornata: si andava da Gstaad, famosa anche per ospitare un torneo di tennis (vinto dal nostro Fabio Fognini due anni fa) a Leukerbad, nel Canton Vallese e famoso centro termale delle Alpi. Una tappa da 155 chilometri, che si era conclusa in volata: la vittoria aveva sorriso al nostro Diego Ulissi che era riuscito a regolare Enric Mas e Tom-Jelte Slagter con un fantastico sprint. Quel giorno tuttavia era stato particolarmente importante perchè aveva segnato il definitivo ribaltone nella classifica generale: Richie Porte aveva indossato per la prima volta la maglia gialla di leader strappandola a Stefan Kung che la difendeva dal primo giorno, ma che era sparito dai primi tre. L’australiano aveva ottenuto un vantaggio di 20 secondi su Wilco Kelderman; da un podio tutto BMC si era passati a due olandesi come inseguitori, ma sul podio conclusivo anche Sam Oomen – così come il connazionale – aveva dovuto cedere il passo. (agg. di Claudio Franceschini)

PRESENTAZIONE 5^ TAPPA

Il Giro di Svizzera 2019, ancora una volta oggi in diretta, arriva alla sua quinta tappa: mercoledì 19 giugno si corre infatti la Munchenstein-Einsiedeln di 177 chilometri. Un percorso che punta verso Nord: di fatto si passerà sotto Zurigo nella parte iniziale della giornata (lasciandola comunque parecchio distante) per poi avvicinare Aarau, ma soprattutto con l’arrivo si giunge a poco più di 100 chilometri da Basilea. Siamo dunque nella Svizzera tedesca; riguardo il percorso, possiamo dire che si tratta di una tappa abbastanza vivace e rappresenta forse il primo giorno nel quale si inizierà a fare sul serio. Secondo le stime fornite dal sito ufficiale, l’andatura media non supererà i 40 Km/h rimanendovi anzi sotto, e si dovrebbe concludere intorno alle 4 ore e 40 minuti. Siccome la partenza è prevista per le 12:40, l’arrivo a Einsiedeln è previsto non prima delle 17:20 anche se poi, naturalmente, la tappa potrebbe seguire altri canovacci e sorprenderci in un modo o nell’altro.

DIRETTA GIRO DI SVIZZERA 2019: IL CONTESTO

La quinta tappa del Giro di Svizzera 2019 è particolarmente insidiosa: fin dalle prime battute infatti si sale, e di fatto non esistono tratti pianeggianti nei quali tirare il fiato se non forse tra i 110 e i 125 chilometri, quando comunque ci sono dei tratti che potrebbero creare un minimo di selezione, e un finale che dopo aver raggiunto i 904 metri di altitudine entrando a Einsiedeln sarà in piano, con arrivo anche in leggera discesa. Tuttavia per l’intera giornata si continuerà a salire e scendere: certamente lo strappo più importante è quello che parte al chilometro 129, quando la strada si impenna in maniera quasi vertiginosa per circa 13 chilometri e si passa da meno di 400 metri ai 775 di Sattel – GPM di categoria 2 – per poi avere una nuova ascesa ai 904 di cui abbiamo parlato in precedenza, e dove è piazzato un altro Gran Premio della Montagna. Una tappa dunque utile per lunghe fughe con le quali fare selezione, ma anche e soprattutto gli uomini di classifica saranno chiamati a dire la loro perchè questa potrebbe essere una giornata utile per definire la graduatoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA