DIRETTA PRESENTAZIONE GIRO D’ITALIA 2020/ Tappe e percorso: Stelvio Cima Coppi

- Mauro Mantegazza

Diretta presentazione Giro d’Italia 2020: il percorso e le tappe del Giro d’Italia 103, dal 9 al 31 maggio. Terza settimana brutale, Stelvio Cima Coppi.

Carapaz Giro d'Italia
Richard Carapaz, maglia rosa 2019 ora di nuovo leader del Giro d'Italia (LaPresse)

Svelato tutto il percorso del Giro d’Italia 2020, conosciamo adesso anche tutte le tappe italiane, dopo le prime tre in Ungheria. Come era stato annunciato, non vi sarà giorno di riposo, dunque il trasferimento per raggiungere la Sicilia sarà davvero impegnativo. La quarta tappa di martedì 12 maggio sarà la Monreale Agrigento di 136 km, breve ma con uno strappo nel finale, attenzione poi alla quinta tappa Enna Etna (Piano Provenzano) di 150 km, perché ci proporrà il primo “vero” arrivo in salita del Giro d’Italia. Il terzo giorno in Sicilia vedrà la sesta tappa Catania Villafranca Tirrena di 138 km. Venerdì 15 maggio si arriverà sul continente ed ecco la settima tappa Mileto Camigliatello Silano di 223 km, lunga e con un GPM ad appena 10 km dal traguardo. Ottava tappa sabato 16 maggio, 216 km da Castrovillari a Brindisi: lunga, ma per velocisti. La prima settimana terminerà domenica 17 con la nona tappa Giovinazzo Vieste di 198 km. Dopo il primo giorno di riposo, si ripartirà martedì 19 maggio con la decima tappa San Salvo Tortoreto Lido di 212 km, il giorno seguente ecco i 181 km della Porto Sant’Elpidio Rimini, attenzione però alla dodicesima tappa Cesenatico Cesenatico di 205 km ricalcando il durissimo percorso della Nove Colli. Più tranquilla la tredicesima tappa Cervia Monselice di 190 km, che però ci introduce al primo momento davvero decisivo: sabato 23 maggio la cronometro individuale di 33,7 km da Conegliano a Valdobbiadene, domenica 24 ecco la Base di Rivolto Piancavallo di 183 km, con arrivo in salita. Riposo lunedì 25 ed eccoci alla terza settimana, che inizierà martedì 26 con la lunghissima e insidiosa Udine San Daniele del Friuli di 228 km, degno antipasto delle difficoltà dei giorni successivi. Eccoci allora mercoledì 27 con la diciassettesima tappa Bassano del Grappa Madonna di Campiglio, durissimo tappone dolomitico di ben 202 km con Bondone e Duron prima dell’arrivo in salita, seguito il giorno seguente da un altro arrivo in salita nella Pinzolo Laghi di Cancano di 209 km che vedrà anche la Cima Coppi sul Passo dello Stelvio. La grande lunghezza delle tappa sarà una peculiarità dell’ultima settimana: la 19^ tappa Morbegno Asti sarà più tranquilla, ma 251 km al terzultimo giorno non sono uno scherzo. Infine il gran finale: sabato 30 da Alba al Sestriere saranno 200 km di altissima montagna con Agnello, Izoard, e Monginevro prima dell’arrivo in salita, infine domenica 31 gli ultimi verdetti arriveranno dalla cronometro Cernusco sul Naviglio Milano, di 16,5 km con l’epilogo in Piazza del Duomo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) CLICCA QUI PER IL PERCORSO DEL GIRO D’ITALIA 2020 (da Twitter ufficiale)

SAGAN E CARAPAZ PROTAGONISTI DEL GIRO D’ITALIA 2020

Siamo entrati nel vivo della presentazione del Giro d’Italia 2020. Dopo il doveroso e sentito omaggio per Felice Gimondi e i saluti delle varie autorità, dal presidente di Rcs Urbano Cairo al ministro Vincenzo Spadafora, siamo entrati nell’aspetto più strettamente agonistico del Giro d’Italia 2020. Prima il doveroso omaggio all’edizione scorsa, con tutte le immagini più belle di ogni tappa, da Bologna fino al trionfo finale di Richard Carapaz, primo corridore dell’Ecuador capace di conquistare un Giro d’Italia, accolto sul palco con la sorpresa di un videomessaggio da parte dei suoi familiari. A proposito dei protagonisti più attesi, è arrivata la conferma ufficiale della presenza al via di Peter Sagan, che colmerà così una lacuna della sua carriera, nella quale non aveva mai preso parte alla Corsa Rosa. Spazio poi per l’Ungheria che – come noto – organizzerà la Grande Partenza e ospiterà dunque tre tappe, la cronometro d’apertura nella capitale Budapest e poi due frazioni per velocisti, con arrivo rispettivamente a Gyor e Nagykanizsa. Fino a qui però tutto era già ben noto: l’attesa è sempre più grande, manca davvero pochissimo al momento in cui scopriremo il percorso con tutte le tappe del Giro d’Italia 2020! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PRESENTAZIONE GIRO D’ITALIA 2020

Per scoprire tutto sul percorso, la presentazione del Giro d’Italia 2020 sarà visibile in diretta tv su Rai Due a partire naturalmente dalle ore 16.50, per un totale di 70 minuti nei quali scopriremo tutte le tappe e avremo modo anche di sentire i primi commenti, opinioni e analisi sulla prossima edizione della Corsa Rosa. Di conseguenza, si potrà seguire la presentazione Giro d’Italia 2020 anche in diretta streaming video tramite il sito oppure l’applicazione di Rai Play. Aggiornamenti in tempo reale saranno naturalmente garantiti anche dai social network ufficiali della Corsa Rosa: ricordiamo dunque per essere informati in tempo reale anche la pagina Facebook Giro d’Italia e l’account Twitter @giroditalia, oltre al sito giroditalia.it. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING DELLA PRESENTAZIONE GIRO D’ITALIA 2020 SU RAI PLAY

SI COMINCIA

Ci siamo: sta per cominciare la presentazione del Giro d’Italia 2020, un evento sempre attesissimo innanzitutto dai corridori, per i quali naturalmente è fondamentale conoscere il percorso per iniziare a fare i propri calcoli e studiare preparazione e tabella di avvicinamento, ma anche dai tifosi che vogliono sapere quali saranno le tappe decisive e se e quando la carovana della Corsa Rosa passerà vicina a casa loro. In questo senso si dovrà pazientare qualche giorno in più, dal momento che le prime tre tappe saranno in Ungheria, mentre per quanto riguarda la preparazione dei corridori qualche considerazione va già fatta. Come detto sarà un anno particolare, con l’aggiunta delle Olimpiadi per di più su un tracciato impegnativo, come poi saranno molto duri i Mondiali in Svizzera, di conseguenza il 2020 sarà un anno molto particolare per gli uomini da grandi giri. Sappiamo già che il Tour avrà una sola cronometro, per giunta con arrivo in salita, il Giro d’Italia dunque sarà più congeniale a chi va forte contro il tempo? Le salite in ogni caso non mancheranno e c’è grande curiosità per scoprire quali saranno previste. Non perdiamo allora altro tempo e cediamo la parola ai protagonisti: la presentazione del Giro d’Italia 2020 sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ULTIMA EDIZIONE

Si avvicina la diretta della presentazione Giro d’Italia 2020, ne approfittiamo per ricordare in breve che cosa è successo nel maggio di quest’anno in occasione dell’edizione numero 102 del Giro dItalia. La Corsa Rosa ha incoronato Richard Carapaz della Movistar, primo ecuadoriano di sempre a vincere il Giro d’Italia inaugurando un 2019 di prime volte, come quella della Colombia al Tour grazie ad Egan Bernal e della Slovenia alla Vuelta, per merito di Primoz Roglic. Proprio Roglic era stato il mattatore del Giro d’Italia nella sua prima parte: maglia rosa fin dal primo giorno con la vittoria nella cronometro inaugurale a Bologna, poi un altro successo contro il tempo a San Marino prima che Carapaz firmasse il ribaltone nella tappa di Courmayeur, nella quale l’ecuadoriano fece la doppietta “tappa e maglia” (dopo avere già vinto a Frascati) indossando la maglia rosa che non avrebbe più mollato sino a Verona. Nella terza settimana l’avversario più pericoloso per Carapaz è stato Vincenzo Nibali, che però si è fermato al secondo posto a 1’05” dal vincitore mentre Roglic (terzo a 2’30”) ha salvato almeno il podio per soli 8” su Mikel Landa. Un altro grande protagonista è stato Giulio Ciccone, maglia azzurra dei GPM e vincitore della tappa regina a Ponte di Legno dopo avere scalato il Mortirolo in condizioni climatiche estreme; maglia ciclamino invece per il tedesco Pascal Ackermann e maglia bianca per il colombiano Miguel Angel Lopez. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GRANDE PARTENZA DALL’UNGHERIA

La diretta della presentazione Giro d’Italia 2020 non ci dovrà svelare che la partenza avverrà dall’Ungheria, perché questa è una notizia che si sa ormai da diverse settimane, quando Rcs Sport ha presentato proprio nella capitale magiara Budapest le prime tre tappe che si svolgeranno in questa nazione che per la prima volta accoglie il Giro d’Italia e più in generale uno dei tre grandi giri del ciclismo internazionale. Le partenze dall’estero d’altronde non sono più una novità e sembra ormai consolidata la prassi che vede alternarsi partenze dall’Italia negli anni dispari e sedi straniere negli anni pari. Le prime partenze dall’estero del Giro d’Italia erano brevi escursioni appena fuori dai confini italiani: nel 1965 da San Marino, nel 1966 da Montecarlo, nel 1974 dalla Città del Vaticano, quando però c’era già stata nel 1973 una prima partenza realmente lontana dai confini italiani, cioè da Verviers in Belgio per celebrare la Comunità Europea che in quell’anno si allargò da sei a nove Stati. Bisognerà però aspettare poi il 1996 per trovare una nuova partenza dall’estero, cioè da Atene, per onorare il centenario delle prime Olimpiadi moderne. Nel 1998 ecco la partenza da Nizza e nel 2002 un altro Giro europeo con partenza dall’olandese Groningen nell’anno dell’introduzione dell’euro. Nel 2006 ecco il via da Seraing con le prime quattro tappe in Belgio, nel 2010 Amsterdam con tre tappe in Olanda: si andava dunque consolidando lo schema di affidare le prime tappe alla nazione che organizza la Grande Partenza. Sarà così anche nel 2012 con la Danimarca (prima tappa ad Herning e tre giorni totali), nel 2014 con partenza da Belfast e tre giorni fra Ulster ed Eire, le due metà dell’Irlanda, nel 2016 tre giorni in Olanda a partire dalla cronometro ad Apeldoorn, infine lo storico approdo del 2018 in Israele con partenza da Gerusalemme e tre tappe fuori dall’Europa, prima volta di un grande giro. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Oggi la diretta della presentazione Giro d’Italia 2020 catalizzerà l’attenzione di tutti gli appassionati di ciclismo, che non vedono l’ora di scoprire quale sarà il percorso della prossima edizione del Giro d’Italia e tutte le tappe della Corsa Rosa che ci terrà compagnia nel prossimo mese di maggio alla ricerca dell’erede di Richard Carapaz, vincitore a sorpresa ma certamente con pieno merito dell’edizione 2019 davanti a Vincenzo Nibali e Primoz Roglic. L’appuntamento sarà alle ore 16.50 di oggi pomeriggio, giovedì 24 ottobre 2019, presso gli Studi Rai di Via Mecenate 76 a Milano, nello studio che tradizionalmente ospita la trasmissione ‘Che tempo che fa’. Qualche giorno fa è già stato svelato il Tour de France, con la presentazione del Giro d’Italia 2020 si completerà il quadro di una stagione davvero campale per gli uomini da grandi corse a tappe, che nel 2020 avranno anche Olimpiadi e Mondiali entrambi su percorsi adatti a loro, dunque programmare la stagione sarà ancora più importante del solito.

DIRETTA PRESENTAZIONE GIRO D’ITALIA 2020: COSA SAPPIAMO DEL PERCORSO

Già prima dell’odierna presentazione del Giro d’Italia 2020, sono state rese note diverse notizie circa il prossimo Giro. Innanzitutto le date: 9-31 maggio. I primi tre giorni saranno in Ungheria: una storica prima volta per un grande Giro in questa nazione. Si comincerà dunque sabato 9 maggio con una cronometro individuale di 9,5 km nella capitale Budapest, con gli ultimi 1500 metri in salita, in modo simile alla cronometro d’apertura di quest’anno a Bologna – anche se le pendenze non saranno paragonabili a quelle del San Luca. Nei giorni successivi dovrebbe invece esserci grande spazio per i velocisti, perché saranno pianeggianti sia la seconda tappa Budapest-Gyor (193 km) di domenica 10 maggio, sia la terza frazione Székesfehérvár-Nagykanizsa di 197 km, che lunedì 11 maggio costituirà la chiusura di questi tre giorni ungheresi del Giro d’Italia 2020. Sappiamo pure che stavolta non ci sarà un giorno di riposo per il rientro in Italia (l’UCI si è irrigidita su queste deroghe) e di conseguenza già martedì avremo la quarta tappa, prima in territorio italiano. Si risalirà dalla Sicilia tutto lo Stivale e qualcosa sappiamo già, ad esempio una tappa partirà dall’Aeroporto di Rivolto, in Friuli, storica base delle Frecce Tricolori. Per scoprire tutto il resto, ancora un po’ di pazienza: la presentazione del Giro d’Italia 2020 ci svelerà tutto!





© RIPRODUZIONE RISERVATA