Don Leonesi “Peggio aborto o pedofilia?”/ Don Alberto Ravagnani “sbaglia, ma Chiesa…”

- Davide Giancristofaro Alberti

Don Andrea Leonesi, vicario del vescovo di Macerata, si è rivolto ai fedeli durante la messa dello scorso 27 ottobre, dicendo: “Più grave l’aborto o la pedofilia?”

aborto 2020 ig 584x300
Don Leonesi durante l'omelia (Instagram)

Hanno fatto il giro del web le parole di don Andrea Leonesi, vicario del vescovo di Macerata, proferite davanti ai fedeli in occasione della messa dello scorso 27 ottobre. “Guardate, fratelli – le sue parole riprese da pressoché ogni quotidiano, a cominciare da Repubblica – possiamo dire tutto ma l’aborto è il più grave degli scempi. Mi verrebbe da dire una cosa ma poi scandalizzo mezzo mondo. È più grave un aborto o un atto di pedofilia? Scusate, il problema di fondo è che siamo così impastati in una determinata mentalità… Con questo non voglio dire che l’atto di pedofilia non sia niente, è una cosa gravissima. Ma cosa è più grave?”. L’omelia di don Andrea Leonesi era iniziata parlando della legge introdotta recentemente dalla Polonia, in cui è stato stabilito che una donna non può abortire anche se il feto è malformato. Il prete ha poi aggiunto “Le mogli siano sottomesse ai mariti, capito care signore, il marito è il capo della moglie”.

DON ALBERTO RAVAGNANI CERCA DI METTERE ORDINE

Il video dell’omelia di don Andrea Leonesi è stato pubblicato sulla pagina Instagram di Trash Italiano, uno dei portali più visti d’Italia, e non sono mancati i commenti al filmato, anche di personaggi famosi, come ad esempio Barbara D’Urso, che ha scritto: “No vabbeh, sono una furia! E quelli là immobili restano ad ascoltare! Ma dove sta? Ditemelo!”. Così invece Diana Del Bufalo, nota attrice italiana, che ha aggiunto: “Al di là delle assurdità che dice che mi sembra sciocco evidenziare nuovamente, perchè quelle tre persone sono sedute lì? La chiesa era stracolma?”. Andrea Dianetti, altro personaggio noto, ha infine commentato: “Ma un genitore che si alzi e lo appenda al muro no? O era un omelia con dei cartonati”. In ‘difesa’ del parroco, o meglio della Chiesa, è uscito allo scoperto don Alberto Ravagnani, il prete più famoso dei social, noto per una querelle molto simpatica con Fedez nelle scorse settimane. Attraverso una serie di stories ha fatto sapere: “Un prete ha sbagliato, ha detto cose sbagliate, sarebbe sbagliato da parte nostra giustificarlo, il male e male e bisogna dire che è bene, punto, su questo non c’è nient’altro da aggiungere, le sue parole sono state condannate. E’ stata fatta però una grande generalizzazione nei confronti della chiesa: ‘Il prete ha detto una caz e tutta la chiesa è una m’ è pretestuoso così come lasciato sottintendere da molti commenti”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

In molti mi hanno girato questo video 🤢 Ve lo lascio qui farvi capire come siamo messi

Un post condiviso da Trash Italiano (@trash_italiano) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA