Gabriella Pession / Gli uomini italiani? Ti incantano…ma sono immaturi. Meglio gli irlandesi

- La Redazione

Gabriella Pession racconta al settimanale Oggi della sua storia d’amore con l’irlandere Richard Flood, incontrato sul set di “Crossing Lines”. E rivela: “per la pima volta sono felice”

crossing-lines-serie-tv
Il cast di Crossing Lines

Per Gabriella Pession sembra essere davvero un momento magico. Con una carriera ricca e brillante alle spalle, l’attrice ha rilasciato un’intervista al settimanale Oggi nel quale, abbandonando per un attimo la consueta discrezione, rivela alcuni particolari della sua vita privata. 

A sentire le sue parole, la storia d’amore che sta vivendo con il collega Richard Flood è diversa da tutte quelle avute in passato. Flood è stato suo collega sul set della serie Crossing Lines, produzione americana girata quest’anno in Europa, e nella quale entrambi interpretano gli agenti di un’unità speciale anticrimine.

L’incontro sul set tra l’attrice italiana e il bellirlandese ha fatto scoccare la scintilla e ora i due sono inseparabili, tanto che si sono già stabiliti insieme a Los Angeles dove hanno comprato e arredato il loro appartamento. Secondo l’attrice il suo nuovo amore ha una serie di pregi che deriverebbero dal suo essere irlandese. Come ha raccontato nell’intervista, secondo lei esiste una gran differenza tra il tipico maschio italiano e gli uomini stranieri: “ho sempre pensato che il padre dei miei figli non sarebbe stato italiano. È vero, gli italiani sono uomini caldi, emotivi. Però parlano, parlano, ma raramente a tante parole corrisponde una reale profondità d’animo. Magari ti incantano, ma poi sono immaturi, farfalloni, incapaci di prendersi un impegno. Al momento, quindi, le direi decisamente meglio un uomo straniero.”

Insomma semrba che in Richard abbia trovato tutto ciò che cercava, a partire dal fatto che il ragazzo dà una grande importanza alla famiglia, un valore che per la Pession si rivela essenziale: “Richard è un uomo che ti protegge, che ti fa sentire amata. È magico: riesce a farmi sentire la cosa più importante della sua vita pur lasciandomi sempre libera. E crede nella famiglia. Una cosa che per me, figlia di divorziati, è fondamentale”.

Carlo Verdone, che aveva diretto Gabriella in “L’amore è eterno finchè dura”, l’aveva descritta come “una personalità forte sul lavoro. Comica nella vita quotidiana ma anche attratta da un leggero tormento nella vita privata”, un aspetto del suo carattere che lei in fondo non cerca di nascondere anche mentre racconta questo momento di grande gioia: “È la prima volta da quando sono nata che sono davvero felice”.

Chissà che molto presto ci dia la notizia di un bebè in arrivo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori