Chiara Ferragni, promuove il latte artificiale/ Il web si infuria e il post cancellato: “È illegale”

- Camilla Rosa Alice Catalano

Chara Ferragni promuove su Instagram il latte artificiale. Un gesto che ha ricevuto numerose critiche anche perchè illegale in Italia. Così il post viene cancellato

chiara_ferragni_mamma_instagram_2018
Chiara Ferragni

La vita di Chiara Ferragni è sotto gli occhi di più di 13 milioni di persone. Qualsiasi cosa faccia lo si sa, perfino se pubblica un post su Instagram e in poco tempo decide di cancellarlo. La foto in questione riprendeva la neo mamma insieme a Leone, nulla di strano fin qui. Ma il testo è una trovata pubblicitaria per il latte artificiale: “Quando viaggio, mi manca mio figlio da morire. È confortante sapere che ha una riserva di latte. Solo il meglio per il mio Leo. Ho scelto (nome del prodotto sponsorizzato) perché è il più simile al latte materno, oltre ad essere il numero 1, promosso anche dai pediatri in America”. La reazione è stata immediata. Non solo da parte di chi fosse in disaccordo sul nutrire un neonato con il latte artificiale, ma anche perché promuoverlo, in Italia, è illegale. Non è la prima volta che la Ferragni inserisce il piccolo Leone Lucia all’interno di una trovata pubblicitaria, molto probabilmente l’influencer ha eliminato il post, non tanto per le critiche, ma per le accuse di un gesto contro la legge italiana.

LE SCELTE DI ALLATTAMENTO

Più volte Chiara Ferragni si è dedicata al tema dell’allattamento al seno. L’influencer aveva raccontato di aver deciso di optare di nutrire Leone sia al seno che al biberon, ma sempre con il suo latte. Una decisione presa per comodità, ma anche per rendere partecipe il padre di questo momento importante della vita del piccolo. Inoltre Chiara aveva raccontato di prediligere questa scelta anche per sentirsi più libera durante le trasferte o anche durante piccoli momenti di vita quotidiana: “Adoro le persone che lo fanno senza problemi. Io avrei paura di essere fotografata da fan o paparazzi se sono al parco o a un ristorante. Per questo allatto al seno solo in casa. Sono scelte”. Scelte sono anche quelle di aver ripreso tutto riguardo la nascita di Leone, dalle ecografie, al parto ai suoi primi mesi di vita. Quello del latte materno, in Italia, è sempre stato un tema molto sensibile, ritenuto comunque da tutti fondamentale nei primi sei mesi di vita del neonato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori