DONNE & FINANZA/ Soriano (AssoFintech): con l’educazione finanziaria si crea libertà

- int. Veronica Soriano

Ogni giorno ci interfacciamo con l’economia e la finanza, chi più chi meno ed è giusto che tutti abbiano una base a riguardo

Lavoro donna scrivania ufficio Pixabay1280 640x300
Foto di helpsg da Pixabay

Prosegue l’appuntamento con le interviste alle donne oggi protagoniste del settore finanziario. Questa volta ho deciso di interpellare Veronica Soriano, Responsabile delle Relazioni Internazionali di AssoFintech, associazione di riferimento per il Fintech in Italia.

Veronica, Fintech, start-up e innovazione alcune delle parole che caratterizzano la tua esperienza professionale in AssoFintech. Raccontaci di questa realtà e di cosa ti occupi.

AssoFintech è una realtà italiana no-profit, il cui primo obiettivo è quello di favorire la crescita del Fintech in Italia e nel mondo, aumentandone contestualmente la conoscenza e la consapevolezza. Le principali aree che ci caratterizzano come associazione sono: il networking, l’education, il Public Affair, le relazioni internazionali e l’inclusione. Il ruolo che ricopro in AssoFintech è quello di referente delle relazioni internazionali, in particolare sono l’International Relationship Manager dell’Associazione. Avendo questo incarico, mantengo e rendo vive le partnership con tutti i Fintech District internazionali implementando un network che diventi ponte tra Italia e il mondo, promuovendo iniziative che coinvolgono player internazionali di valore.

A tuo giudizio, qual è la maggiore opportunità che pensi di aver avuto lavorando in questo settore. 

Una grande opportunità che ho avuto, ho, e avrò ancora lavorando in questo settore è quella di essere sempre aggiornata su quelli che sono gli attuali trend del mercato tecnologico. Giocare in anticipo su quelli che potrebbero essere i modelli di business vincenti in Paesi in cui il tech cresce a una velocità diversa rispetto all’Italia può essere strategico non solo per quello che faccio oggi, ma anche per quello che farò domani.

I temi di cui ti occupi sono sempre stati una tua passione dominante? Come sei arrivata a questa professionalità? Quale il tuo percorso formativo?

Ho sempre avuto una grande passione per il tech sin da piccola grazie a mio padre, ho vissuto la nascita di internet mainstream e i primi computer e software. Questo mio interesse nel tempo si è formato ed è diventato più tecnico, e grazie al mio percorso universitario ho unito tecnologia e finanza scoprendo il fintech. Non smetterò mai di informarmi e di saperne sempre di più.

Ci sono delle tue amiche che lavorano in settori analoghi? 

Considero poche persone amiche e, purtroppo, queste non lavorano in settori analoghi ai miei, ma fanno tutt’altro. Ho, però, diverse conoscenti e colleghe donne che si distinguono per quello che fanno diventando riferimento per la loro realtà lavorativa. 

Gender gap. Quali secondo te, gli strumenti per superarlo.

Il tema del gender gap, in particolare nel mondo della finanza e nel fintech, è un tema che mi tocca molto e sul quale cerco con l’attività dell’associazione di dare un mio contributo concreto. Le difficoltà, che a parer mio, una donna incontra oggi in diversi contesti sono ancora troppe; parole come pregiudizio, incomprensione e rivalità spesso sono all’ordine del giorno. Credo che un grande passo avanti potrebbe essere il riconoscere il giusto valore alle persone, dare più fiducia e essere coscienti di dover scoprire il potenziale di tutti, soprattutto se donne. L’Italia, comparata ad altre realtà internazionali, ha ancora molto da lavorare sull’inclusione e su un maggiore coinvolgimento del genere femminile in posizioni apicali all’interno delle società. Grazie al contributo di tante donne che si spendono per questa causa sono sicura che le cose cambieranno ancora.

Investire nell’educazione finanziaria, perché?

Investire nell’educazione finanziaria vuol dire creare maggiore conoscenza, creare maggiore conoscenza vuol dire creare libertà. La finanza e l’economia sono materie importanti non solo in ambito lavorativo, ma a parer mio più che necessarie per la sopravvivenza quotidiana di tutti indipendentemente dallo stile di vita e dalle disponibilità. Ogni giorno ci interfacciamo con l’economia e la finanza, chi più chi meno ed è giusto che tutti abbiano una base a riguardo.

Ho visto recentemente un tuo webinar, per me di grande interesse, su Metaverso, NFT, Blockchain e realtà virtuale. Quale l’idea che ti stai facendo su quello che potrebbe lo scenario nel futuro. Vedi più opportunità o criticità?

Stiamo vivendo una nuova rivoluzione, la tecnologia diventerà sempre più importante nella nostra vita fondendosi con la realtà, le opportunità e le criticità dipenderanno dall’uso consapevole che ne saprà fare l’uomo. È necessario per godere dei benefici che ci portano le nuove tecnologie riuscire a trovare un equilibrio con la vita reale.

A cosa dedichi il tuo tempo libero?

Quando mi capita di avere del tempo libero mi piace dedicarmi a me stessa e alla mia famiglia, ascoltare musica e leggere un buon libro.

Se dovessi migliorare il balance tra la tua vita personale e professionale, cosa faresti?

Vorrei essere capace di dividere in modo un po’ più netto la mia vita personale dalla mia vita lavorativa.

I tuoi progetti e il tuo sogno nel cassetto.

In un futuro non troppo lontano vorrei fondare una mia società in ambito tech, ho già le idee molto chiare sull’idea di business, il prossimo step sarà realizzarle, mentre il mio sogno nel cassetto è riuscire a raggiungere tutti i miei obiettivi ed essere serena.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI





© RIPRODUZIONE RISERVATA