Donovan, chi è?/ Il “Bob Dylan inglese” tra successi e la polio (Woodstock)

- Anna Montesano

Donovan sarà protagonista di una serata tutta dedicata all’anniversario di Woodstock, in onda su Rai 2. Il cantante e le dichiarazioni sulla polio

donovan rai
Donovan cantante, Rai

Il cantante Donovan sarà protagonista di una serata tutta dedicata all’anniversario di Woodstock, appuntamento su Raidue per martedì 25 giugno in prima serata. Donovan è uno dei più grandi artisti dei Sixties, conosciuto anche come il “Bob Dylan inglese”. Iniziò a farsi conoscere al grande pubblico attraverso Catch the Wind oltre a partecipare a vari programmi televisivi come Ready, Steady, Go!. Proprio questo brano lo portò al successo facendolo esibire anche in America oltre che in alcune apparizioni televisive e al Newport Folk Festival del 1965, dove duettò con Joan Baez nella sua Colours. Gli ultimi lavori discografici sono l’album per bambini Pied Piper del 2002,e, nel 2004, l’album Beat Cafe, prodotto da John Chelew, alle cui registrazioni partecipano noti session-man come il batterista Jim Keltner.

Donovan, la polio e il problema alla gamba

In una recente intervista rilasciata al Daily Express, Donovan ha parlato della malattia che lo ha colpito nell’infanzia, la polio: “Senza quest’esperienza, forse cinquant’anni fa non sarei diventato cantautore. Sono convinto che avere una disabilità in un’area ti fa esplorare altre aree. Questo è successo a me dopo aver contratto la polio”. La malattia gli ha portato ad avere una gamba più corta dell’altra, ma questa disabilità non ha minimamente influito sulla carriera: “Aver contratto la polio non mi ha mai fermato con gli anni. Anche se avere una gamba più corta dell’altra non è divertente, sono sempre riuscito a muoversi senza problemi. Per fortuna nel campo della musica tutti erano interessati solo a come cantavo e suonavo, piuttosto che alle dimensioni delle mie gambe”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA