Rottamazione Ter 2019: le novità/ Decreto ‘allargato’: scadenze e domanda online

- Niccolò Magnani

Rottamazione Ter 2019, tutte le novità nel decreto “allargato” appena divenuto legge: scadenze e domanda online sull’Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate
Agenzia delle Entrate - Lapresse

Dal 12 febbraio scorso è divenuta legge il Decreto Fiscale (rivisto nel Decreto Semplificazioni, ndr) rendendo così attiva in maniera definiva la Rottamazione Ter prevista per l’anno 2019: sul portale dell’Agenzia delle Entrate sono ora disponibili tutte le informazioni e i moduli per poter far domanda (online o direttamente agli sportelli fisici). La rottamazione delle cartelle esattoriali viene perciò resa ufficiale tramite due principali novità: in primis, il Governo ha approvato l’estensione della Rottamazione Ter a tutti coloro che hanno aderito alla Bis ma non hanno ancora pagato la rata del 7 dicembre 2018. In secundis, viene riaffermato il meccanismo di conversione alla Rottamazione Ter per tutte le domande di saldo e stralcio dichiarate finora inammissibili. Secondo quanto riporta dall’associazione in difesa dei consumatori (l’Adico), le regole previste per la nuova “Definizione agevolata” (un altro modo di chiamare la Rottamazione Ter, ndr) sono poche ma importanti: «Chi ha aderito alla rottamazione bis e non ha saldato entro il 7 dicembre le tre rate della rottamazione bis scadute a luglio, settembre e ottobre 2018 può dividere il saldo in 10 rate, da pagarsi in 3 anni».

LA DOMANDA ONLINE

Le nuove scadenze imposte del Decreto “allargato”, ovvero della legge che amplia la rottamazione delle cartelle esattoriali, sono 31 luglio e 30 novembre 2019; febbraio, maggio, luglio e novembre 2020; febbraio, maggio, luglio e novembre 2021. Sempre secondo quanto definito nel Decreto sulla Rottamazione Ter, sono tollerati un massimo di 5 giorni di ritardo sul pagamento delle singole rate, con la possibilità di pagare in un’unica soluzione che resta salva fino al 31 luglio prossimo. L’Agenzia delle Entrate negli scorsi giorni ha stabilito che «in ragione dell’estensione della rottamazione-ter anche a chi non è in regola con la rottamazione-bis» sono stati aggiornati i moduli e le indicazioni per aderire sempre sul portale dell’Agenzia: si tratta dei modelli DA-2018 e SA-ST, che i contribuenti ammessi alla rottamazione-ter sono tenuti a presentare entro il 30 aprile 2019, ricorda ancora l’Adico. Da ultimo, vi segnaliamo dove sarà possibile presentare domanda online per la Rottamazione Ter delle proprie cartelle: dal portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it con il servizio “Fai D.A. te”, disponibile sia in area pubblica, senza la necessità di pin e password ma allegando il proprio documento di identità, sia nell’area riservata del sito per chi accede utilizzando Spid o le credenziali personali fornite da Agenzia delle entrate o dall’Inps.



© RIPRODUZIONE RISERVATA