Edoardo Bennato, Unici/ L’amico Fabrizio De Andrè: “Anche lui contro lo showbusiness”

- Morgan K. Barraco

Edoardo Bennato, Unici: tra vita professionale e personale. Il ricordo dell’amico Fabrizio De Andrè, anche lui era costantemente in contrasto con i meccanismi dello showbusiness.

bennato 2018 facebook
Edoardo Bennato, Unici

Edoardo Bennato sarà il protagonista della puntata di oggi, 27 maggio, di Unici. L’artista ha conquistato diversi soprannomi nel corso della sua fiorente carriera, fra cui anche quello di grillo parlante ed architetto. Un merito dovuto a quel cantautore che da tanti decenni rende ancora più preziosa la discografia italiana, grazie ad una voce graffiante e musiche interessanti. L’artista ha la fortuna di incontrare lungo il suo cammino le pietre miliari della musica dello Stivale, da Fabrizio De Andrè a Lucio Battisti, conquistando anche personalità più recenti del panorama attuale come Morgan, Manuel Agnelli e molti altri ancora. Edoardo Bennato sarà il protagonista della nuova puntata di Unici, in onda su Rai 2 dalle 21.20 di oggi, lunedì 27 maggio 2019. L’autore Giorgio Verdelli racconterà grazie al contributo di tanti testimoni d’eccellenza come Mara Maionchi, Andrea Scanzi e Marco Giallini tutte le luci che compongono il dedalo di Bennato. Una personalità complessa, geniale ed unica, per una creatività che gli ha permesso di spaziare dall’attività da solista a tutto rock fino al supporto dell’Orchestra Sinfonica, unioni possibili solo grazie all’impronta immortale di un cantastorie entrato già da tempo nella Storia.

Edoardo Bennato, Unici: cosa lo aspetta nel suo futuro?

Dai concerti a Made in Sud, il mese di maggio è pieno di appuntamenti a tutto tondo per Edoardo Bennato protagonista oggi di Unici. In occasione dell’ultima puntata del programma comico, l’artista ha scelto di condividere il suo rock blues con tutti gli spettatori presenti e da casa. “Ciao ‘uagliù, grazie, siete fortissimi”, scrive in un post su Instagram condividendo uno scatto che lo vede impegnato nella sua performance in tv. C’è spazio anche per i ricordi fra i post su Instagram del cantautore, che pochi giorni fa ha ripensato a “quella canzonetta punk composta qualche anno fa ma ancora attuale”. Il riferimento è a Ma che bella città, che nel ’74 gli permette di regalare agli ammiratori il suo album I buoni e i cattivi. “Banda di scellerati, più scellerati di me”, dice mentre si trova in treno e cita qualche strofa del suo brano. Come sanno bene tutti i fan che lo seguono sui social, non è raro trovare l’artista impegnato in qualche prova, esibizioni live con la sua rinomata chitarra, in sala prove oppure con in sfondo la sua amata Napoli. Per non dimenticare anche i più cari amici che gli sono rimasti nel cuore e che ricorda con tanto affetto. Da Massimo Troisi a cui ha augurato buon compleanno alcuni mesi fa, fino a Fabrizio De Andrè. Entrambi presenti in alcuni scatti al fianco di Bennato, che in particolare sul cantautore genovese spende qualche parola in più. “Anche lui era costantemente in contrasto con i meccanismi perversi del baraccone rutilante ed apparentemente dorato della musica italiota“, scrive per ricordare la distanza che ha voluto sempre mettere fra sé e la macchina dello showbusiness. Prima di ricordare come il brano Pronti a salpare lo abbia dedicato proprio all’amico De Andrè, che spesso gli ha consigliato di stare zitto “Il giorno che avessi la percezione di non aver più niente da dire“.

La recente esibizione a Made in sud



© RIPRODUZIONE RISERVATA