Edoardo Dionea Cicconi, fidanzato Baby K/ “Crea musica e arte scavando scultura”

- Emanuele Ambrosio

Edoardo Dionea Cicconi è il fidanzato di Baby K, la cantante protagonista dell’evento musicale dell’estate “Cornetto Battiti Live”

Baby K
Baby K

Baby K e il fidanzato Edoardo Dionea Cicconi: “Tutto è più bello adesso”

Edoardo Dionea Cicconi è il fidanzato di Baby K, la cantante protagonista dell’evento musicale dell’estate “Cornetto Battiti Live” con il brano  “Bolero”. L’estate 2022 si preannuncia all’insegna della musica di Baby K e di Mika, visto che i due artisti hanno collaborato in un brano dal ritmo uptempo con un pizzico di malinconia. Tralasciando la musica di Baby K parliamo della sua vita privata. La cantante da diverso tempo è felicemente fidanzata con Edoardo Dionea Cicconi, artista originario di Roma nato nel 1985. Edoardo è co-fondatore del collettivo artistico DUSKMANN, tramite fotografia, audio e scultura indaga l’inconscio per arrivare a una maggiore consapevolezza del sè.

La loro storia d’amore è balzata agli onori della cronaca rosa la scorsa estate quando sono stati paparazzati in vacanza intenti a scambiarsi teneri baci alla luce del sole. “Tutto è più bello adesso” le parole della rapper che è follemente innamorata dell’artista romano.

Chi è Edoardo Dionea Cicconi, fidanzato di Baby K

Ma chi è Edoardo Dionea Cicconi, il fidanzato di Baby K? Classe 1985, Edoardo è nato a Roma. Proprio nella capitale romana inizia a esporre nel 2011 con l’installazione Alchemy. Successivamente prosegue la sua carriera nella ricerca artistica, interessandosi, come è possibile leggere nel sito ufficiale alla “percezione della luce, gli elementi nello spazio e alla geometria, Cicconi indaga le forze che governano la realtà”. Una carriera artistica che spazia tra Roma, Palermo, Firenze  fino alla Biennale, anche se le sue opere hanno trovato spazio anche all’estero.

Nel 2018 espone le sue opera a Firenze: una installazione basata sulla vibrazione dei prismi di vetro come ha raccontato l’artista: “cedo in un’armonia, nella geometria sacra. Le antiche civiltà facevano uso di simboli per decifrare il mondo, basta pensare agli egizi, ai sumeri, ai greci come Pitagora con i dodecaedri”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA