Attacco squalo Egitto: due turiste uccise/ Video choc in diretta, spiagge chiuse

- Davide Giancristofaro Alberti

Egitto, due turiste uccise da squalo: video choc attacco. Una delle due vittime afferma prima di tuffarsi: “Entro brevemente in acqua”. Spiagge chiuse per tre giorni

squalo 2019 pixabay 640x300
Immagine di repertorio (Pixabay)

Spiagge chiuse per tre giorni in Egitto dopo l’attacco di uno squalo che ha fatto due vittime. Due donne, a poche ore di distanza l’una dall’altra, sono state aggredite e uccise dagli squali nel Mar Rosso. Tutto è avvenuto ieri in due attacchi distinti, a circa 600 metri di distanza dalla costa di Sahl Hasheesh, a pochi chilometri a sud di Hurgada. Il governatore locale ha quindi disposto la chiusura temporanea delle spiagge.

Intanto, scondo quanto riportato dall’agenzia Dire, sarebbe emersa una prima ipotesi riguardo il tipo di squalo responsabile degli attacchi: sarebbe un mako, citato nel 1952 da Ernest Hemingway ne “Il vecchio e il mare”. Si tratta di uno degli squali più veloci al mondo, infatti grazie alla sua agilità riesce a raggiungere i 70 km/h. Inoltre, è uno dei pochi squali in grado di fare grandi salti fuori la superficie dell’acqua, con balzi che possono arrivare anche a 5 metri di altezza. (agg. di Silvana Palazzo)

ATTACCO SQUALO EGITTO: MISTERO SU SECONDA VITTIMA

Sta facendo il giro del mondo la notizia dell’attacco dello squalo in Egitto che ha provocato la morte di due persone, due turiste che stavano nuotando nel mar Rosso, a sud di Hurghada. E’ stata svelata l’identità di una delle due vittime, leggasi la 68enne Elisabeth Sauer, una cittadina austriaca con una grande passione per l’Egitto, come riporta il quotidiano Repubblica nella sua edizione online. La stessa sarebbe attiva in politica presso il partito dei Verdin della cittadina di Kramsach.

In uno dei video che circola online, e che potete trovare anche più in basso, si sente la stessa tirolese affermare prima di entrare in acqua: “mi tuffo in acqua brevemente”. Purtroppo non è andata così perchè qualche istante dopo il tuffo la donna è stata morsa da uno squalo che stava nuotando nelle stesse acque, con la stessa vittima che ha cercato in vano di mettersi in salvo e i disperati tentativi dei presenti di distrarre lo squalo. Nessuna informazione è stata invece fornita in merito all’altra turista straniera uccisa dallo stesso squalo, una donna originaria della Romania così come riportato in queste ultime ore da alcuni tabloid britannici. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ATTACCO SQUALO EGITTO: SANGUE COLORA DI ROSSO IL MARE

Dramma in Egitto dove uno squalo ha attaccato e ucciso due turiste straniere. Come riferito in queste ore da numerosi organi di stampa internazionali, fra cui anche l’agenzia Ansa e il quotidiano La Stampa, ad avere la peggio sono state una donna austriaca e una romena, che stavano facendo il bagno nel Mar Rosso, a sud di Hurgada. A darne notizie sono state le autorità egiziane che hanno altresì fatto sapere che il governatore locale ha disposto la chiusura delle spiagge dell’area incriminata per i prossimi tre giorni.

Una delle due vittime aveva 68 anni ed era originaria del Tirolo, e sul web sono circolati dei video che riguardano di fatto gli ultimi istanti di vita della stessa: la si vede nell’acqua mentre lotta nel tentativo di tornare a riva, con il mare che attorno a lei si tinge di rosso a causa del sangue, chiaro indizio di come lo squalo l’abbia attaccata provocandole una ferita che si rivelerà purtroppo mortale. Il ministero del Turismo egiziano, uscendo allo scoperto nel commentare l’episodio, ha fatto sapere che una squadra di esperti è al lavoro per «identificare le cause scientifiche e le circostanze dell’attacco» e determinare «la ragione dietro il comportamento» dello squalo.

ATTACCO SQUALO EGITTO, MORTE DUE TURISTE: I PRECEDENTI

Il ministero ha poi aggiunto su Facebook: “Due donne sono state attaccate da uno squalo mentre nuotavano e sono morte” nella zona di Sahl Hasheesh. Il Mar Rosso risulta essere storicamente una delle mete più ambite dai turisti, e gli squali qui sono abbastanza comuni anche se raramente attaccano le persone che nuotano a pochi metri dalla spiaggia.

L’ultima volta che si era verificato un attacco mortale era stato nel 2018, quando un turista originario della Repubblica Ceca era stato ucciso al largo. Nel 2015, invece, a morire era stato un turista tedesco, mentre nel 2010 furono ben cinque gli attacchi in cinque giorni nei pressi di Sharm el-Sheikh, con un bilancio di un morto e 4 feriti. Di seguito il video dello squalo in Egitto che ha attaccato e ucciso due turiste: attenzioni, immagini forte sconsigliate ad un pubblico sensibile

VIDEO CHOC ATTACCO SQUALO EGITTO







© RIPRODUZIONE RISERVATA