Elezioni Milano, Sala: “Niente alleanza con M5s”/ “Siamo amici, ma meglio così”

- Carmine Massimo Balsamo

Elezioni Milano, nessun accordo tra Centrosinistra e Milano. Sala: “É meglio portare ognuno la propria proposta della città”

beppe sala
Beppe Sala, sindaco di Milano (LaPresse, 2020)

Si scalda la corsa in vista delle elezioni a Milano. Il Centrodestra è alla ricerca del candidato ideale dopo il rifiuto di Gabriele Albertini ed è atteso un vertice nel corso dei prossimi giorni tra i leader di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Più delineata la situazione per Centrosinistra e Movimento 5 Stelle: la coalizione guidata da Partito Democratico ha espresso pieno sostegno a Beppe Sala, mentre i grillini hanno fatto filtrare di voler correre da soli

Un’ulteriore conferma sulla rottura tra giallorossi alle elezioni di Milano è arrivata proprio da Beppe Sala. Intervenuto ai microfoni dei cronisti, il primo cittadino meneghino ha spiegato che è in corso un dialogo con il M5s, «una discussione amichevole», ma in questo momento «è meglio fare due proposte perché in questi anni è stata anche diversa la proposta dell’idea di città».

Elezioni Milano, Sala: “Niente alleanza con M5s”

Due candidati sindaco diversi per Centrosinistra e Movimento 5 Stelle alle elezioni a Milano, dunque, e Beppe Sala ha sottolineato: «Sono stato fra i primi a dire di porre attenzione a quello che loro stavano facendo e sono stato tra i primi a dire che è giusto, a livello di governo, stare con il Movimento 5 Stelle». Discorso diverso per le amministrative: «Ma le realtà locali sono realtà locali quindi io cercherò di interpretare al meglio le esigenze di Milano. Con loro ci parlo ma credo che si sia d’accordo che è meglio portare ognuno la propria proposta della città, che è una proposta non in continuità perché la pandemia ci ha portato a dover cambiare. Per me va bene così».



© RIPRODUZIONE RISERVATA