Elia Viviani diretta Omnium Olimpiadi/ E’ medaglia di bronzo per l’azzurro. Oro Walls

- Mauro Mantegazza

Diretta Omnium ciclismo su pista: è medaglia di bronzo per Elia Viviani! Oro a Walls e Stewart argento nella gara alle Olimpiadi Tokyo 2020.

elia viviani Omnium
Elia Viviani, Omnium (LaPresse)

DIRETTA ELIA VIVIANI OMNIUM CICLISMO SU PISTA: È BRONZO PER L’AZZURRO!

E’ davvero impresa per Elia Viviani all’Omnium del ciclismo su pista alle Olimpiadi di Tokyo 2020: l’azzurro, dopo due gare affatto importanti, si riscatta nella gara ed eliminazione e giusto in questi istanti compie una prestazione da vero campione nella gara a punti conquistando alla fine una bellissima medaglia di bronzo. E’ dunque terzo gradino del podio per il nostro beiamone, che davvero ci ha regalato grandissime emozioni in pista: solo una punta di amarezza per l’argento, sfiorato solo a pochi giri dalla conclusione, ma per come si era messa la gara dell’Omnium davvero non possiamo che applaudire alla prova di Viviani, davvero solido oggi. Dopo la prova a punti, la classifica finale dell’Omnium maschile vede in testa e dunque medaglia d’oro per Matthews Walls, autore di una gara incredibile lungo tutta le 4 prove: argento a sorpresa per il neozelandese Stewart, esploso nel finale e dunque bronzo per l’azzurro. (agg Michela Colombo)

L’AZZURRO VINCE NELLA 3^ PROVA!

Che riscatto per Elia Viviani! Nella terza gara dell’Omnium per il ciclismo su pista alle Olimpiadi di Tokyo 2020 l’azzurro torna a vincere nella gara a eliminazione e dunque va a collezionare punti pesantissimi per la classifica generale della gara multipla per il ciclismo su pista. Per il nostro azzurro una reazione da vero campione dopo due gare non proprio eccellenti: Viviani rimane dunque in lizza per una medaglia e ora tutto si deciderà nell’ultimo banco di prova, che è la gara a punti, attesa già alle ore 10.55 italiane. Raccontando della gara a inseguimento appena conclusa, e ribadita la bellissima vittoria di Elia Viviani, ecco che al secondo posto è stato spazio per Walls, con Schir terzo: nella classifica generale a dominare è ancora il britannico ora con 114 punti, con Van Schip e Thomas subito dietro mentre l’azzurro sale al sesto posto con 82 punti. (agg Michela Colombo)

COME VEDERE ELIA VIVIANI, OMNIUM CICLISMO SU PISTA, IN DIRETTA STREAMING ALLE OLIMPIADI TOKYO 2020

La diretta tv della gara dell’Omnium con Elia Viviani sarà garantita in chiaro per tutti su Rai 2, che è la rete olimpica, anche se potrebbe non essere integrale data la complessità di questo evento del ciclismo su pista. Per gli abbonati l’appuntamento potrà essere anche sui canali di Eurosport (visibili anche tramite Dazn) e in diretta streaming video su Discovery+, che ha l’esclusiva per quanto riguarda lo streaming – che non sarà dunque disponibile su Rai Play.

VINCE VAN SCHIP, AZZURRO INDIETRO

Si è appena conclusa anche la diretta della gara a tempo dell’Omnium per il ciclismo su pista alle Olimpiadi di Tokyo 2020 e questa volta a dominare è l’olandese Jan Willem Van Schip, che fa propri ben 30 punti: alle sue spalle ancora un’ottima prestazione per Benjamin Thomas, con il britannico Walls al terzo posto. Solo ottava posizione al termine della gara a tempo per il nostro Elia Viviani, che pure si è ben difesa in una prova che di solito lo vede in difficoltà: per l’azzurro 21 punti totali nel secondo banco di prova dell’Omnium. La classifica generale dunque recita ora 7 punti per Van Schip, Walls e Thomas per i primo tre posto, mentre Viviani al momento è solo 11^ con 42 punti totali. Da segnalare che la terza e penultima gara dell’Omnium alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ovvero la gara a inseguimento comincerà alle ore 10.07 italiane. (agg Michela Colombo)

ORA LA GARA A TEMPO

Solo pochi istanti prima di ridare la parola alla pista per la seconda prova dell’Omnium maschile alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con il nostro Elia Viviani. A brevissimo infatti comincerà la prova a tempo, gara che in origine era separata, ma che da quest’anno è stata inserita nel programma dell’Omnium, ampiamente riformato (come abbiamo visto prima).  Saranno dunque 10 km (40 giri dell’Izu Velodrome), dove pure, superati i primi 5 giri, al vincitore di ogni giorno verrà assegnato un punto e ogni giro guadagnati saranno consegnati 20 punti al ciclista. La gara si annuncia dunque decisiva per la prova a cinque cerchi dell’Omnium: chissà che il nostro Elia Viviani riesca qui a riscattarsi, dopo una partenza nello scratch non proprio eccezionale. (agg Michela Colombo)

WALLS VINCE LO SCRATCH

E’ appena terminata la prima gara (su 4) dell’Omnium per il ciclismo su pista alle Olimpiadi di Tokyo 2020 e il vincitore dello scratch è il britannico Matthews Walls: solo secondo tempo per il francese Thomas, che pure nella gara ha ben approfittato dell’attacco condotto dal danese Larsen a circa metà della prova (il biancorosso ha poi chiuso la gara solo quinto): terzo e quarto posto nella classifica finale per Van Schip e Zakharov. Solo 13^ piazzamento nella prima prova dell’Omnium per il nostro Elia Viviani che dunque conquista appena 16 punti (su un massimo di 40 assegnati al vincitore della gara, il britannico per l’appunto): non una delle miglior partenze per il nostro beniamino, che potrà comunque assolutamente rifarsi a breve. (agg Michela Colombo)

SI COMINCIA

Sta per cominciare l’Omnium di ciclismo su pista con Elia Viviani, che è stato nostro portabandiera alle Olimpiadi Tokyo 2020 dopo il trionfo di cinque anni fa a Rio. Abbiamo già accennato al fatto che il programma della gara è drasticamente cambiato e in base ai risultati del quadriennio (diventato quinquennio) il principale favorito potrebbe essere il francese Benjamin Thomas: alle Olimpiadi però si presentano tutti agguerriti, anche chi come Elia Viviani magari nelle scorse stagioni spesso aveva dato la precedenza all’attività su strada con le perle dei titoli italiani 2018 ed europeo 2019 più tappe vinte a Giro, Tour e Vuelta più una maglia ciclamino. Elia Viviani ha descritto una pista velocissima, come d’altronde abbiamo visto nelle gare disputate nei giorni scorsi, compreso il nostro fantastico quartetto da record nell’inseguimento individuale. Inoltre, l’ultimo Omnium di grande livello risale a un anno e mezzo fa, prima del Covid: “Gara più aperta, meno riferimenti” si aspetta Elia Viviani come ha detto alla Gazzetta dello Sport. Ma adesso la parola va al velodromo: si comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’AZZURRO PER IL BIS

L’Omnium con Elia Viviani sarà al centro dell’attenzione italiana per il ciclismo su pista oggi alle Olimpiadi Tokyo 2020, giovedì 5 agosto 2021, gara da seguire con la massima concentrazione dal velodromo Izu di Shizuoka perché, dopo la meravigliosa medaglia d’oro con record del Mondo di Filippo Ganna, Simone Consonni, Francesco Lamon e Jonathan Milan nell’inseguimento a squadre maschile, oggi sarà il giorno appunto dell’Omnium con Elia Viviani, dunque seguiremo il nostro portabandiera nella gara di cui era stato campione olimpico cinque anni fa a Rio 2016, anche se nel frattempo l’Omnium è cambiato notevolmente. Era infatti una gara che si disputava su sei prove in due giorni differenti, ora le specialità sono quattro e in una sola giornata, che sarà appunto oggi. Nel nuovo omnium si hanno così nell’ordine uno scratch (10 km) alle ore 8.30 italiane, poi una corsa tempo che è la grande novità (10 km) alle ore 9.27, una corsa ad eliminazione che in calendario è alle ore 10.07 ed infine una corsa a punti (25 km) che emetterà tutti i verdetti dalle ore 10.55. Il sistema di punteggio resta invariato: al totale definito dalle prime tre prove vengono sommati i punteggi ottenuti nella corsa a punti conclusiva per determinare la classifica finale che consacrerà il campione olimpico e la composizione del podio dell’Omnium, dove seguiremo con grande attenzione Elia Viviani.

ELIA VIVIANI OMNIUM CICLISMO SU PISTA: RISULTATI E CONTESTO

L’Omnium dunque catalizza oggi grazie ad Elia Viviani la nostra attenzione per quanto riguarda il ciclismo su pista alle Olimpiadi Tokyo 2020. Sarà il debutto a cinque cerchi del nuovo formato comunque in uso già da qualche anno. Il trionfo di Elia Viviani a Rio 2016 era maturato in una gara che allora comprendeva scratch, inseguimento individuale, corsa ad eliminazione, corsa a cronometro, giro lanciato a cronometro e corsa a punti. La riforma dell’UCI ha completamente azzerato le gare a cronometro, dunque non vedremo più inseguimento individuale, corsa a cronometro e giro lanciato, mentre restano lo scratch, la corsa ad eliminazione e la corsa a punti conclusiva, con l’aggiunta della corsa tempo, una gara di gruppo in cui, dopo i primi cinque giri di lancio, a ogni giro si ha uno sprint che assegna un punto al vincitore, mentre un giro guadagnato assegna 20 punti. Per Elia Viviani probabilmente è uno svantaggio: in Brasile era stato terzo nell’inseguimento, terzo a cronometro e secondo nel giro lanciato, anche se resta la corsa ad eliminazione di cui fu primo. Di certo ci attendono di nuovo grandi emozioni con il ciclismo su pista…

© RIPRODUZIONE RISERVATA