Eliana Michelazzo minaccia Pamela Perricciolo/ “La pagherai”, uno stalker intanto…

- Hedda Hopper

Eliana Michelazzo torna a minacciare Pamela Perricciolo via social ma poi finisce vittima di uno “stalker”, almeno a suo dire. Ecco le novità

pamela perricciolo eliana michelazzo live d urso
Pamela Perricciolo ed Eliana Michelazzo (Live -Non è la D'Urso)

Eliana Michelazzo potrebbe tornare nuovamente in tv domani sera per la nuova puntata di Live non è la d’Urso ma, al momento, gli occhi dei fan sono tutti puntati sui social dove continua, nel bene e nel male, a dare spettacolo. Mentre sono in molti quelli che temono ancora che lei sia carnefice e non vittima in questa storia, altri sono convinti che sia Pamela Perricciolo la mente di tutto ed è proprio a quest’ultima che l’ex socia “dedica” le sue ultime minacce social. In particolare, Eliana Michelazzo è tornata ad inveire contro di lei usando le storie su Instagram e scrivendo: “La pagherai maledetta! Il male che mi hai fatto non lo meritavo e ora sto peggio di prima! Ma almeno senza di te”. A quanto pare Eliana Michelazzo non riesce a tornare alla sua vita specie adesso che ha perso quello che per dieci anni le pareva essere suo marito e quella che è stata la sua migliore amica, quasi una sorella a suo dire.

LE MINACCE DI ELIANA MICHELAZZO AI DANNI DI PAMELA PERRICCIOLO

Le minacce non si placano e mentre si parla di indagini in corso proprio su Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, la prima poco fa è tornata sui social per chiedere aiuto ai suoi fan. Ci devono essere video hot e foto che circolano sul web e proprio in queste ore che si dice “vittima di uno stalker” ha davvero paura che qualcosa possa finire in rete spazzando via ogni briciolo di dignità che le sia ancora rimasto. Tramite una serie di storie, Eliana ha mostrato poco fa quest’uomo, o chi per lui, con tanto di foto, che continua a scriverle in privato e che dice si sapere il suo indirizzo e cose simili, tant’è che l’ex corteggiatrice di Uomini e donne, ha pensato bene di andare alla polizia per denunciare la cosa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA