Elisa Isoardi, cancellata La Prova del Cuoco?/ “Pronta a tornare Antonella Clerici”

- Anna Montesano

Cancellata la Prova del Cuoco di Elisa Isoardi? Ci sarebbe la conferma e, intanto, si parla di ritorno di Antonella Clerici…

Elisa Isoardi
La conduttrice Elisa Isoardi

Brutte notizie per Elisa Isoardi. Le indiscrezioni lanciate qualche giorno fa da Dagospia trovano oggi conferma e proprio dal portale di Roberto D’Agostino. La Prova del cuoco della Isoardi è stata infatti cancellata. Il direttore Rai, Stefano Coletta, avrebbe dunque deciso di eliminare il programma dai palinsesti autunnali. Il motivo? I bassi ascolti dello show, conseguenza che si è registrata sin dall’addio di Antonella Clerici. “La Prova del Cuoco” targata Isoardi, nonostante vada ormai in onda da molto tempo, non avrebbe mai raggiunto i risultati di colei che è stata per circa 20 anni la padrona di casa del cooking show. Una notizia dolorosa per l’ex di Matteo Salvini che solo pochi giorni fa aveva deciso di replicare duramente alle indiscrezioni lanciare sulla chiusura dello show.

Elisa Isoardi fuori dai giochi? Possibile ritorno di Antonella Clerici

“In questo momento si legge di tutto. – aveva esordito Elisa IsoardiMi riferisco a Dagospia. Ma, con tutto il rispetto per Roberto, il mio direttore si chiama Stefano Coletta e la mia azienda si chiama Rai. Conosco e stimo D’Agostino però quando si fanno queste cose bisogna sempre pensare alle conseguenze.” La conduttrice aveva inoltre sottolineato di essere pronta ad affrontare qualsiasi difficoltà: “Per quanto mi riguarda ho le spalle larghe e le cose cerco di farmele scivolare addosso. Il che non vuol dire che io debba rimanere per forza a “La Prova del cuoco”. Ma, attenzione, ci sono persone e quindi famiglie che lavorano con me. Ed è delicato quando si scrive, senza niente di ufficiale, che un programma viene chiuso. Bisogna informarsi. E, se così fosse, mi dispiacerebbe saperlo dai blog”. Ora nuove indiscrezioni parlano di un possibile ritorno di Antonella Clerici in un programma di cucina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA