HILLARY CLINTON/ Il segretario di Stato Usa sviene e batte la testa: commozione cerebrale

- La Redazione

Paura per il segretario di Stato Usa Hillary Clinton che, a seguito di un malore, è svenuta riportando una commozione cerebrale. A riferirlo è il Dipartimento di Stato

clinton_hillary_r439
Hillary Clinton (Infophoto)

Paura per il segretario di Stato Usa Hillary Clinton che, a seguito di un malore, è svenuta riportando una commozione cerebrale. Come ha riferito il Dipartimento di Stato, la Clinton avrebbe perso i sensi a causa della disidratazione provocata da un virus intestinale e ora è a riposo nella sua abitazione dove si sta riprendendo. Nei giorni scorsi il segretario di Stato Usa aveva annullato il viaggio in programma in Marocco, Tunisia e Emirati Arabi Uniti per il vertice degli “amici della Siria”, proprio a causa di un virus gastrico. La Clinton non è ricoverata in ospedale e le sue condizioni sono monitorate da alcuni medici presso la sua abitazione. Diverse fonti del Congresso hanno invece fatto sapere che con ogni probabilità il segretario di Stato sarà costretta a saltare anche l’udienza, prevista per giovedì prossimo, durante la quale avrebbe dovuto testimoniare riguardo l’attacco del settembre scorso al consolato americano di Bengasi, in Libia, in cui persero la vita l’ambasciatore americano Chris Stevens e altri tre membri dello staff diplomatico americano. Intanto, secondo ultime indiscrezioni non ancora confermate dalla Casa Bianca, dopo la rinuncia di Susan Rice sembra che il presidente Barack Obama abbia intenzione di nominare il senatore del Massachusetts John Kerry come nuovo segretario di Stato. Come hanno fatto sapere la Cnn e l’Abc, l’ufficialità della notizia dovrebbe arrivare già verso la metà della prossima settimana. Lo stesso Obama, intanto, arriverà questa sera a Newtown, nel Connecticut, per incontrare le famiglie delle vittime della strage avvenuta nella scuola Sandy Hook. La Casa Bianca ha fatto sapere che il presidente americano parlerà nel corso di una veglia interconfessionale che si terrà nella serata di oggi. Peter Lanza, il padre di Adam, il ragazzo di 20 anni che venerdì scorso ha ucciso la madre e 26 persone per poi suicidarsi, ha da poco commentato quanto accaduto: “La nostra famiglia è in lutto accanto a quelle che sono state colpite da questa enorme tragedia”, ha scritto in un comunicato. “I nostri cuori sono vicini alle famiglie e agli amici che hanno perso i loro cari e a tutti coloro che sono rimasti feriti. Non ci sono parole per esprimere quanto siamo affranti. Siamo in uno stato di incredulità, cercando di trovare qualsiasi risposta possibile”. 

Il padre dell’assassino ha anche ricevuto le condoglianze da Robbi Parker, padre della piccola Emilie, una dei 20 bambini rimasti uccisi nella strage: “Voglio fare le condoglianze più sincere a tutte le famiglie delle vittime, compresa quella dell’assassino”, ha detto Parker in una dichiarazione alla stampa. “Non posso immaginare quanto questa esperienza possa essere dura per voi. Voglio che sappiate che, per la vostra famiglia, voi avete anche il nostro amore e il nostro sostegno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori