Donna stuprata in chiesa alla Vigilia di Natale/ Violenza choc a Manchester, arrestati 2 sospettati

Stockport (Manchester), donna stuprata in chiesa alla Vigilia di Natale: mistero sulla dinamica, arrestati due presunti sospettati della brutale violenza sessuale

24.12.2018 - Niccolò Magnani
Polizia inglese fuori chiesa Manchester
Violenza davanti chiesa di Manchester (Facebook, 2018)

Un fatto gravissimo avvenuto per di più nei pressi di una chiesa nel giorno della Vigilia di Natale: secondo quanto riportato dal Mirror, una donna è stata stuprata appena fuori dalla St Mary’s Church a Stockport, nella provincia di Manchester. Si hanno pochissimi dettagli in merito ala dinamica della presunta violenza denunciata dalla povera donna rimasta sotto choc davanti all’ingresso della chiesa inglese che nelle prossime ore accoglierà centinaia di fedeli per le celebrazioni del Natale: l’ispettrice investigativa Julia Bowden, del distretto di Stockport, ha fatto sapere di avere in corso una indagine completa per provare a stabilire chi e come possa essere coinvolto nella brutale violenza sessuale all’interno della chiesa cattolica fuori Manchester. Gli inquirenti hanno isolato una vasta area intorno alla chiesa di Grade I – la più antica di Stockport – che si affaccia sul mercato nel centro della città, affollato per le ultime compere prima di Natale.

DUE ARRESTI A MANCHESTER

Sulla scena dello stupro sono stati trovati frammenti di vetro, indumenti e sacchi a pelo ma non è chiaro se siano riferiti alla violenza o se appartengano ad un clochard che spesso si affollano fuori dalle chiese per ricevere l’elemosina. La trentenne che ha denunciato la violenza subita al momento non ha una identità rivelata ai media, anche per motivi di protezione e sicurezza in attesa di braccare i veri responsabili: due uomini di 44 e 57 anni, spiega ancora il Mirror, sarebbero stati arrestati questo pomeriggio con l’accusa di stupro e violenza ma restano in custodia per essere interrogati nelle prossime ore. «Incoraggerei chiunque ritenga di avere anche la più piccola informazione che potrebbe aiutare le nostre indagini a mettersi in contatto al più presto possibile», fa sapere ancora la responsabile delle indagini, sotto choc come tutta la comunità locale per una aberrante violenza a poche ore dal Natale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA