SPETTACOLO ROCK NELLA CATTEDRALE DI VIENNA/ Video, ancora bufera sulle scelte del cardinale Schonborn

Nuovo spettacolo blasfemo nella cattedrale di Vienna dedicato alle persone colpite dall’Aids e agli omosessuali grazie al cardinale Schonborn

05.12.2018 - Paolo Vites
Gay in cattedrale
Lo spettacolo nella cattedrale di Vienna

Non è la prima volta che la cattedrale di Vienna, grazie ai permessi rilasciati dal cardinale Schonborn, diventa teatro di serate di discoteca o di spettacoli rock. Il caso che aveva destato più clamore era stato quello dello scorso 5 ottobre, quando una festa a base di disco music organizzata da una associazione protestante inglese si era tenuta nell’edificio religioso. Il predicatore protestante Pete Greig aveva commentato: “Chi avrebbe mai detto, nove anni fa, che eventi ecumenici come questo sarebbero stati possibili?”. La serata infatti era stata presentata come ecumenica, di dialogo e incontro fra cattolici e protestanti. Ma già nel 2008, alla presenza del cardinale, si era tenuta una messa a base di musica da discoteca. Nel 2009 la Congregazione per il culto divino aveva diffidato Schonborn da tenere altri eventi del genere, ma non è servito.

SPETTACOLO “BLASFEMO”

Lo scorso 4 dicembre la cattedrale è stata aperta nuovamente per una sorta di celebrazione a base di musica dance, il tutto durante la giornata mondiale contro l’Aids. Stessa cosa l’anno scorso, sempre durante la giornata mondiale contro l’Aids, quando il cantante transessuale Conchita Wurst aveva letto una sorta di preghiera gender di intercessione. Il cardinale invece aveva commentato riferendosi sia ai malati di AIDS che alle persone omosessuali: “Dio non vuole giudicare le persone, ma salvarle. Che cosa significa per noi? Non giudicare, non escludere”. Quest’ultima volta, sotto gli electro-beat e i  suoni rock della band “Die Elektrohand Gottes”, la commedia Jedermann di Hugo von Hofmannsthal è stata trasformata in un concerto parlato per due ore. Una grande esibizione in chiesa, il pubblico li ha ringraziati con standing ovation. Tra gli ospiti c’erano il ministro della Cancelleria Gernot Blümel (ÖVP) e il sindaco di Vienna Michael Ludwig (SPÖ).



© RIPRODUZIONE RISERVATA