Usa, 70 esplosioni di gas nel Massachusetts/ Ultime notizie, morto 18enne: forse un errore umano?

Massachusetts, 70 esplosioni di gas in tre città: 1 morto e 16 feriti. Video ultime notizie, l’Fbi in campo per approfondire l’accaduto, non è esclusa la pista dolosa

14.09.2018 - Davide Giancristofaro Alberti
massachusetts_incendio_2018
70 esplosioni di gas in Massachusetts

Paura nel Massachusetts, sulla costa nord-est degli Stati Uniti, per via di una serie di fortissime esplosioni che si sono verificate la scorsa notte. Un problema alle condutture della Columbia Gas ha provocato almeno una settantina di incendi, causando la morte di un ragazzo di appena 18 anni, e numerosi feriti (l’ultimo bollettino parlava di 25). Subito sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno impiegato diverse ore per domare tutti gli incendi, e nel contempo sono iniziate le indagini delle autorità preposte, per cercare di comprendere il perché di quanto sia successo. Le fiamme si sono scatenate dalle ore 4:15 pm di giovedì, in maniera spontanea, e il Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti e il Consiglio nazionale per la sicurezza dei trasporti, stanno cercando di capire se vi sia una connessione fra l’inferno di queste ore e un avviso inviato in precedenza dai clienti di Columbia Gas in merito al fatto che la società stava aggiornando le linee di gas naturale: forse un errore umano? (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

MIGLIAIA DI SFOLLATI

Un inferno di fuoco quanto si è verificato nella serata di ieri in Massachusetts. Un guasto nella pressione delle condutture del gas ha provocato diverse esplosioni in tre cittadine nei pressi di Boston, causando la morte di un 18enne e diversi feriti. Le autorità hanno evacuato svariati quartieri e stando all’emittente americana Cnn sarebbero almeno otto mila gli sfollati, dislocati in una scuola media di North Andover e in un centro anziani di Andover. Le scuole rimarranno chiuse per tutta la giornata odierna, così come tutti gli uffici statali, mentre quattro tratte di treni fra Boston e il Maine sono state cancellate. La situazione è in divenire e difficilmente i cittadini dei paesi coinvolti potranno rientrare a breve nelle loro abitazioni, se non prima di aver effettuato approfonditi controlli. Il numero di feriti dovrebbe assestarsi sui 25, fra cui diversi vigili del fuoco. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

UN 18ENNE HA PERSO LA VITA

Giungono aggiornamenti dagli Stati Uniti in merito alle esplosioni che si sono verificate nello stato del Massachusetts a causa di un problema alle condutture del gas. Purtroppo c’è una vittima, un giovane di appena 18 anni, tale Leonel Rondon. Come riferito dalla CNN, il ragazzo si trovava in un’automobile quando un camino di una casa esplosa si è schiantato sul mezzo, uccidendo il giovane e ferendo due amici che erano con lui. In totale sarebbero 25 i feriti, fra cui diversi vigili del fuoco che stavano lavorando per placare i 70 incendi che si sono verificati nelle ultime ore. Michael B. Mansfield, capo salvataggio dei vigili del fuoco, ha parlato così con i giornalisti presenti sul luogo: «E’ stato un qualcosa di travolgente, lavoro al servizio antincendio da 39 anni ma non avevo mai visto nulla di simile in tutta la mia carriera, sembrava un Armageddon (una catastrofe ndr), davvero». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

UN MORTO E 16 FERITI

Giungono aggiornamenti in merito alle esplosioni di gas che si sono verificate nelle scorse ore in Massachusetts, Stati Uniti. Come riferito dai colleghi de Il Messaggero, un uomo ha perso la vita in circostanze a dir poco tragiche: si trovava nella propria auto davanti alla sua abitazione, quando quest’ultima è esplosa e il camino della stessa ha schiacciato l’automobile, travolgendo il suo conducente. Attualmente, come riferisce Abc News, tutti i quartieri sospetti sono stati prontamente evacuati per evitare nuovi feriti. Il governatore del Massachusetts, Charlie Baker, attraverso il portavoce Lizzy Guyton, ha fatto sapere che: «sta monitorando attivamente le situazioni nella Merrimack Valley e sta comunicando con i soccorritori e gli addetti alla sicurezza pubblica. L’amministrazione esorta i residenti a prestare attenzione ai funzionari locali per importanti annunci di pubblica sicurezza, tra cui evacuazioni e sospensione dell’uso del gas». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

UN MORTO E 16 FERITI

Un guasto al servizio gas ha creato un vero e proprio inferno in Massachusetts, negli Stati Uniti. Come riferito da diversi organi di informazione online, almeno 70 diverse esplosioni si sarebbero verificate in tre diverse cittadine non lontane da Boston, leggasi Lawrence, Andover e North Andover. 40 le abitazioni e le aziende in fiamme, che hanno causato una vittima e almeno 16 feriti, ma il bilancio potrebbe essere solamente parziale vista la catastrofe in corso. Le autorità sono dovute intervenire per evacuare diverse aree, temendo il pericolo di nuove esplosioni, e i vigili del fuoco sono al lavoro da ore per domare gli incendi sviluppatisi.

L’FBI INDAGA

La polizia ha invitato la popolazione a lasciare le proprie abitazioni: «Ai residenti delle città che hanno il servizio di gas da Columbia gas service – il comunicato delle forze dell’ordine – evacuare le loro case immediatamente se non l’hanno già fatto. Le linee di gas sono attualmente in fase di depressurizzazione da parte della società. E ci vorrà del tempo». Come da avviso della polizia, fra le ipotesi alla base di questo problema vi sarebbe una pressurizzazione anomala nelle condutture del gas. In campo anche l’Fbi per approfondire le indagini non escludendo alcuna pista, anche quella di una manomissione volontaria. Clicca qui per il video dell’inferno in Massachusetts

I commenti dei lettori