Crociera rientra in anticipo/ Sulla Oasis of the Seas sono ora 475 le persone colpite da virus intestinale

Crociera rientra in anticipo. Il bilancio delle persone colpite da virus intestinale sale da 277 a 475. Tutti i passeggeri saranno rimborsati

11.01.2019, agg. il 12.01.2019 alle 12:11 - Dario D'Angelo
Dissenteria sulla nave da crociera Royal Caribbean (foto da Twitter)

Peggiora la situazione a bordo della Oasis of the Seas, la nave da crociera della Royal Caribbean che sta rientrando in Floria dopo che a bordo diversi passeggeri e membri dell’equipaggio sono stati colpiti da un virus intestinale. Se ieri si parlava di 277 persone che avevano accusato malori, l’Associated Press parla ora di 475 individui. La situazione a bodo sembra essere quindi peggiorata. In ogni caso l’approdo al porto di Canaveral è previsto per la giornata di oggi. Secondo quanto comunicato dal portavoce della compagnia, Owen Torres, il rientro anticipato di un giorno consentirà sia di dare più tranquillità ai passeggeri circa la loro salute che di sterilizzare e igenizzare la nave prima che parta per un nuovo viaggio. Come noto, tutti i passeggeri saranno rimborsati. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

RIENTRO ANTICIPATO PER LA OASIS OF THE SEAS

Si potrebbe definire singolare l’episodio verificato sulla nave da crociera Oasis of the Seas, dove 277 persone tra passeggeri e membri dell’equipaggio hanno accusato una non meglio precisata malattia gastrointestinale e concluderanno il loro viaggio per mare con un giorno d’anticipo: già, se non fosse che la compagnia Royal Caribbean non è nuova ad eventi di questo tipo. Ma partiamo dagli ultimi sviluppi: dopo che un virus ha colpito in maniera massiccia i passeggeri e il personale della nave, la direzione ha comunicato che la Oasis of the Seas rientrerà nel porto di Canaveral, in Florida, un giorno prima del previsto. Secondo quanto riportato dalla Cnn, la nave – in grado di ospitare oltre 8.000 persone – era partita domenica scorsa per una crociera che faceva tappa – tra l’altro – ad Haiti, in Giamaica e in Messico. Ma cos’è successo di preciso a bordo?

277 PASSEGGERI CON DISSENTERIA IN CROCIERA

Un passeggero, Cody Haddap, intervistato dall’emittente WESH, ha detto di essersi sentito male dopo la partenza da Haiti martedì scorso. La Royal Caribbean, come riportato da “Il Mattino”, dal canto suo ha fatto sapere che rimborserà il costo della crociera a tutti i passeggeri. Ma come detto non è la prima volta che si registrano episodi di questo tipo a bordo di una nave di questa compagnia: anzi, si tratta del terzo caso in pochi mesi. L’ultima volta è successo a dicembre, a bordo della “Independence of the Seas”, quando 332 persone salite a bordo della nave per la crociera partita da Port Everglades, vicino Fort Lauderdale (Florida) e diretta in Giamaica, hanno accusato forti dolori allo stomaco. Qualcosa di simile era accaduto a novembre, quando le 209 persone a bordo della nave “Ovation of the Seas” si sono sentite male, andando incontro a vomito e diarrea. Secondo alcune ricostruzioni, di cui dà conto Huffington Post, si tratterebbe di norovirus legati all’acqua e alla preparazione dei cibi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA