EUGENIO ED EDOARDO BENNATO/ Sorpresa su Rai 1 dalla Svizzera: “Ti aspetto a Napoli!”

- Elisa Porcelluzzi

I fratelli Edoardo ed Eugenio Bennato condividono la passione per la musica e hanno spesso collaborato insieme: “C’è enorme e sincero affetto fra di noi”.

Edoardo Bennato
Edoardo Bennato (ph. Daniele Barraco)

Sorpresa per Eugenio Bennato, ospite di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno. Per lui c’è un videomessaggio di suo fratello Edoardo. Il celebre cantante fa sapere di essere in tour in Svizzera, tra Berna e Ginevra, e saluta il fratello, dandogli appuntamento nella loro amata Napoli. Eugenio si dice molto sorpreso del messaggio del fratello, ammettendo che “Lui ha un carattere scorbutico, un po’ riservato, quindi mi ha sorpreso questo suo messaggio”. I due, d’altronde, sono molto legati e condividono lo stesso grande amore per la musica. Non è infatti difficile vederli fianco a fianco sul palcoscenico. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Eugenio e Edoardo Bennato: “Non ci pestiamo mai a vicenda i piedi”

Eugenio Bennato è il fratello minore di Edoardo, nati a Napoli rispettivamente nel 1948 e nel 1946. C’è anche un terzo fratello musicista, Giorgio, nato nel 1949. Nel corso delle rispettive carriere i due fratelli hanno spesso lavorato insieme: nel 1989 hanno inciso insieme brano “Le città di mare”. Nel 2003 hanno realizzato la colonna sonora del cartone animato “Totò Sapore e la magica storia della pizza”. Durante il primo lockdown dello scorso anno i due fratelli Bennato hanno inciso il singolo solidale “La realtà non può essere questa”, i cui proventi sono stati devoluti all’Azienda Ospedaliera dei Colli (Monaldi – Cotugno – C.T.O.) di Napoli. “Abbiamo un rapporto artistico perfetto, perché non ci pestiamo mai a vicenda i piedi. Più in generale, c’è enorme e sincero affetto fra di noi”, ha detto anni fa Eugenio Bennato parlando del rapporto con il fratello Edoardo su Distopic.

Edoardo Bennato: “Eugenio è il mio consigliere”

A novembre dello scorso anno Edoardo Bennato ha pubblicato il disco “Non c’è”, in cui è incluso l’ultimo brano scritto e interpretato con il fratello Eugenio. “Il testo de La realtà non può essere questa l’ha scritto lui. È una ballata acustica chitarra e armonica in stile dylaniano. Un po’ come L’Isola che non c’è parla di speranza e tra le righe traspare una dose di fatalismo. Siccome è la ricerca di una utopia irrealizzabile sembra che ci si debba rassegnare, invece la realtà è necessario provare a cambiarla”, ha spiegato Edoardo su Rolling Stones. Parlando del fratello minore Eugenio ha detto: “Dalla prima ora è stato il mio consigliere, mi dà dritte su testi, sui termini, persino sulle virgole, dall’alto della sua laurea in fisica nucleare da 110 e lode e nonostante faccia anche lui il saltimbanco su un palco per eccesso di vanità, di presenzialismo e per avere un ascendente sulle ragazze”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA