Fabio Fazio salva fabbrica cioccolato Lavoratti 1938/ Varazze, “ci andavo da bambino”

- Alessandro Nidi

Fabio Fazio salva fabbrica di cioccolato Lavoratti 1938 a Varazze, in provincia di Savona: "Lì c'erano i miei nonni, dovevo fare qualcosa"

Che tempo che fa Fabio Fazio (screenshot da video)

Fabio Fazio veste i panni di novello Willy Wonka e salva dalla scomparsa la fabbrica di cioccolato Lavoratti 1938 di Varazze, in provincia di Savona. Un marchio storico, acquisito da “Dolcezze di Riviera”, che rischiava di sparire, con annessa perdita del posto di lavoro per 15 lavoratori, che, grazie all’intervento del conduttore di “Che tempo che fa”, potranno invece continuare la loro dolce opera tra praline, tavolette e creme spalmabili.

Fabio Fazio, in particolare, ha rilevato il laboratorio industriale insieme a un socio per far sì che non venissero spezzati e spazzati via in un batter di ciglia tutti i ricordi della sua infanzia trascorsa a pochi metri dal mare. Come ha raccontato lo stesso presentatore attraverso il proprio profilo Instagram,c’era una volta un piccolo laboratorio di cioccolato molto significativo per tutti i bambini nati a Varazze o cresciuti a Varazze come me, perché lì c’erano i miei nonni, che ad ogni Pasqua e Natale ricevevano un prodotto di questa piccola azienda”. Nel 2020, però, la crisi legata alla pandemia di Coronavirus, con oltre 300mila euro di merce rimasti in magazzino, ha complicato terribilmente i piani dell’azienda, che ha rischiato la chiusura definitiva.

FABIO FAZIO SALVA FABBRICA DI CIOCCOLATO: “COME TORNARE BAMBINI”

Fabio Fazio, tuttavia, ha sentito in cuor suo di dover fare qualcosa, che la storia della Lavoratti 1938 non poteva essere archiviata così. E ha agito: “Mi è sembrato che si potesse e si dovesse fare qualcosa. Occuparsi di cioccolato è la cosa forse più bella e più divertente che ci possa essere. Certamente è un modo per tornare indietro, per tornare bambini.

La nuova società, dicevamo, si chiama “Dolcezze di Riviera” e fra i soci ci sono anche la moglie di Fazio, Gioia Selis e l’amico di famiglia Davide Petrini, un ristoratore di Varazze che con il sopraggiungere del virus ha avviato un’attività di produzione mascherine anti-Covid. Il conduttore di Savona detiene il 5% di quote della società. Andrea Benvenuti, assessore allo Sviluppo, Industria e Commercio della Regione Liguria, ha commentato: “Quando la passione imprenditoriale incontra la genuinità del gusto, il successo non può che essere assicurato. Le mie più sentite congratulazioni all’imprenditore Davide Petrini e al suo socio Fabio Fazio”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie