Fabio Galante/ “Ibrahimovic a Sanremo 2021? Un carismatico, sul pubblico assente…”

- Davide Giancristofaro Alberti

Fabio Galante ha detto la sua sulla presenza di Zlatan Ibrahimovic a Sanremo 2021: “Lui è uno carismatico, di carattere, vedremo…”

galante 2021 rai 635x300
Fabio Galante (Storie Italiane)

L’ex calciatore Fabio Galante è stato ospite in collegamento stamane con il programma di Rai Uno, Storie Italiane. La conduttrice Eleonora Daniele l’ha incalzato sulla presenza di Zlatan Ibrahimovic al Festival di Sanremo 2021; il bomber del Milan sarà una presenza costante sul palco dell’Ariston a fianco di Amadeus e Fiorello, anche se non è ben chiaro cosa farà, forse canterà anche assieme al “collega” Sinisa Mihajlovic, altro grande ospite dell’evento: “Ibrahimovic lo conosco molto bene – racconta Fabio Galante, ex difensore di numerosi club, fra cui anche l’Inter – perchè ci ho giocato tante volte contro, ma mai insieme”.

Una persona di carattere, molto carismatica – ha proseguito Fabio Galante – ed è una cosa atipica che un calciatore lasci la squadra una settimana e vada a fare un’altra cosa, ma Maldini ha detto che la decisione era stata già presa prima del suo rinnovo del contratto; lui non doveva dirlo poi quando si è scoperto c’è stata un po’ di perplessità visto che lui rimarrà lì tanto tempo”.

FABIO GALANTE: “CURIOSO DI VEDERE I CANTANTI SENZA IL PUBBLICO”

Galante ha aggiunto: “Comunque si allenerà lì poi va be si è infortunato. Per noi interisti ovviamente è meglio, se fosse stato a Milanello comunque si curava meglio”. In studio tantissimi interpreti della storia della musica italiana come Bobby Solo, Orietta Berti (pronta al Festival di Sanremo 2021), quindi Wilma Goich, Bobby Solo e Riccardo Fogli: “Io mi ricordo tutto di Mal e di tutti quelli che hai lì con te – ha proseguito Fabio Galante – perchè sono dei mostri sacri della canzone italiana, rimanere in tema calcistico è come rivedere delle partite storiche, sono emozioni incredibili”. Sull’assenza di pubblico all’Ariston: “Una mia curiosità: facendo un’analogia con il calcio sono curioso di vedere il cantante senza pubblico, ho giocato due gare senza pubblico ed è tutto diverso, non so che reazione avrà il cantante senza pubblico se sia più facile o più difficile cantare quando scenderà le scale di Sanremo, questa è una curiosità mia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA