Fabio Volo cita Dostoevskij/ Social scatenati: “Hai preso i pantaloni da Jovanotti?”

- Silvana Palazzo

Fabio Volo cita Dostoevskij e i social si scatenano: c’è chi critica il fatto che lo abbia chiamato “Dosto” e chi i pantaloni. “Li hai presi da Jovanotti?”

fabio volo 2019 instagram
Fabio Volo (Foto: Instagram)

Fabio Volo si gode le vacanze, ma resta in contatto con i suoi fan attraverso i social. Nelle ultime ore ha pubblicato ad esempio una riflessione citando Dostoevskij. Lo scrittore e attore ha fatto riferimento all’importanza della risata e del come si ride nel post pubblicato su Instagram. «Diceva che se si vuole conoscere veramente una persona non bisogna fare attenzione al modo in cui parla nemmeno se ha idee elevate. Bisogna piuttosto fare attenzione a come ride». Niente di male fin qui, se non per la chiusura del post. «Chissà se Dosto aveva ragione?», ha aggiunto infatti Fabio Volo. In molti hanno apprezzato la sua riflessione, qualcuno invece non ha gradito il modo in cui abbia citato lo scrittore e filosofo russo. E quindi qualcuno ha approfittato dell’occasione per punzecchiarlo: «Dosto diceva anche che tacere è un bene». Ma non è l’unico utente a prendere di mira Fabio Volo: «Pensa che risate Dostoevsky ridendo i tuoi pantaloni…» e «Hai preso i pantaloni da Jovanotti?».

FABIO VOLO CITA DOSTOEVSKIJ E I SOCIAL SI SCATENANO

Quei pantaloni tanto criticati sono gli stessi che Fabio Volo ha indossato qualche giorno fa e mostrato sempre sui social. «Instagram mi ha chiesto di postare questa foto perché nelle ultime ore pare ci sia stato un calo di fotomodelli con pantaloni sobri che bevono un cocktail!», aveva scherzato in quell’occasione lo scrittore e conduttore radiofonico. Del resto non gli manca l’autoironia. Nei giorni scorsi Fabio Volo ha invece anticipato qualcosa in merito al suo prossimo libro. «Visto che ero in zona sono passato a salutare degli amici qui nel deserto. Non ero mai stato a Joshua tree. Abbiamo passato la notte a guardare le stelle. Ho trovato cose belle da raccontarvi… un po’ le metto nel libro un po’ nel programma alla radio un po’ quando ci vediamo di persona». Anche in quell’occasione era tornato sul suo outfit: «Smettetela di fare commenti su come mi vesto e dirmi che sono hippie. Semplicemente sono un adulto che non ha smesso di giocare».



© RIPRODUZIONE RISERVATA