FABRIZIO MORO NON C’È A DOMENICA IN PERCHÉ/ Sta male: “Ho un po’ di febbre, ma…”

- Morgan K. Barraco

Fabrizio Moro non sarà ospite a Domenica In a causa di un problema di salute: “Prometto che prima della fine del tour…”

Fabrizio Moro

Fabrizio Moro non sarà ospite oggi a Domenica In. A velarlo, pochi minuti fa, proprio il cantautore, che con un video messaggio nel quale ha salutato il pubblico di Mara Venier e Giordana Angi, ha annunciato la sua assenza in studio. “Ciao a tutti, mi dispiace non poter essere lì con noi ma purtroppo ho un po’ di febbre e stando in tour e questa è una condizione che non posso assolutamente permettere”, spiega Fabrizio Moro. Il cantante, però, assicura che l’intervista è solo rimandata e, nel corso delle prossime puntate, non perderò occasione di incontrare il pubblico di Mara Venier: “Ti prometto che prima della fine del tour, se vi fa piacere ti verrò a trovare e faremo una bellissima cosa insieme! Vi voglio bene”, assicura Moro. Rivedremo il cantautore già domenica prossima? (Agg. di Fabiola Iuliano)

Fabrizio Moro: “Nella vita…”

Fabrizio Moro ha appena dato il via al suo “Figli di nessuno“, il tour che come nuova tappa ha portato l’artista a Catania, lo scorso 7 novembre. L’ultimo album di Moro è personale, intimo e parla del successo ottenuto dopo venti anni di attesa e di carriera sudata. “Si vede che doveva andare così, che non ero pronto“, dice, “la verità è che se non ti metti in mezzo alle rotaie il treno non si fermerà“. Intanto ha già registrato due sold out per le date di Senigallia e Pescara (30 novembre e 2 dicembre) e sulla scia di tanta attenzione, il cantante ha deciso di annunciare nuove date che lo impegneranno fino al prossimo 18 dicembre, quando salirà sul palco del Pala Congressi di Lugano. I fan però non dovranno attendere molto per vedere Fabrizio Moro, visto che sarà fra gli ospiti di “Domenica In” per la puntata di oggi, 10 novembre 2019. Di recente il cantautore ha affrontato una lunga intervista per il sito Io Donna, parlando della sua infanzia e delle sue paure. “Nella vita di tutti i giorni non sono come appaio. Tante persone che ascoltano la mia musica mi idealizzano. La verità è che c’è dell’altro. Io non sono quello che racconto nelle canzoni, c’è molto peggio“, ha sottolineato Moro. Il suo “grazie” senza dubbio va a tutti quei maestri che ha incontrato lungo il suo cammino e che lo hanno aiutato a gestire tanti punti oscuri della sua personalità: “Ringrazio Dio di avermi fatto vivere in un quartiere bellissimo, ma con diversi disagi perché attraverso quelle persone, quelle strade, quell’aria che respiravo, ho scoperto tante cose belle di me che non credevo di avere…“.

Fabrizio Moro: il successo, la famiglia e gli amori…

La soddisfazione di Fabrizio Moro è vedere i fan cantare i suoi brani, intuire l’affetto che nutrono nei suoi confronti. Anche se l’artista sa bene come popolarità e successo viaggino su due binari opposti. “Il successo può ottenerlo anche chi fa un lavoro più umile“, sottolinea a Io Donna, parlando del padre carrozziere, che si è realizzato creando una famiglia felice. Guardandosi alle spalle, Moro sa bene di essersi illuso di poter essere felice diventando famoso. “Poi quando ho iniziato ad ottenere queste cose non ero felice“, dichiara, “mi mancava la comprensione, il filo conduttore con le persone. È difficile da spiegarlo a parole perché se non hai superato alcune cose e non sei entrato in contatto con la parte più brutta di te, se non hai toccato il fondo, certe cose non puoi capirle“. Nessun amore in vista invece, visto che il cantante ritiene di essere egoista nelle relazioni. Il sentimento più grande è diretto in realtà verso i due figli Libero e Anita. Il nome del primo lo ha scelto per quella libertà che ritiene sacra, mentre il nome della bambina è legato a quello di Anita Garibaldi. “Sognavo sin da ragazzino di avere una figlia e identifico in lei la donna ideale“, confessa. Il timore di Moro però è di combinare un guaio con la sua rampolla, a causa della sua difficoltà ad avere una relazione duratura con le donne. “A 44 anni ho alle spalle quattro storie importanti dalla durata media di due-tre anni. L’unica eccezione è stata con la madre dei bambini: ora siamo separati, però siamo rimasti insieme otto anni“, conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA