FANATICA ABBRONZATURA: SCOPRE PER CASO TUMORE E DI ESSERE INCINTA/ “Non fate come me”

- Dario D'Angelo

Teresa, 42 anni, era una fanatica dell’abbronzatura: per caso ha scoperto di avere un tumore e di essere incinta. Ecco la sua storia…

Caldo a Milano
LaPresse, 2019

Era una fanatica dell’abbronzatura Teresa, oggi 42enne, mamma felice di due bambini, che solo per caso ha scoperto che la sua passione per la tintarella le aveva procurato un tumore. Un controllo non programmato, non motivato da particolari problematiche, grazie al quale ha scoperto anche di essere incinta. E’ stata la Ulss 6 di Padova a rendere pubblica la sua vicenda per sensibilizzare sui rischi che si corrono nell’esporsi al sole senza protezione. Al terzo mese di gravidanza a Teresa è stato tolto un neo sospetto sul fianco destro: dall’esame istologico è risultato un melanoma. Si è proceduto così all’allargamento in anestesia locale nel Complesso Socio-sanitario Ai Colli dell’Ulss 6 Euganea. Come si legge su “Il Gazzettino”, in seguito all’intervento la ginecologa ha effettuato un’ecografia per controllare il feto. Teresa successivamente è entrata nel circuito dei controlli dell’Istituto Oncologico Veneto. La sua bambina, Diletta, oggi ha due anni e fa compagnia al suo fratellino di 9.

FANATICA ABBRONZATURA: SCOPRE PER CASO TUMORE E DI ESSERE INCINTA

Teresa oggi può raccontare la sua storia ed essere di esempio a molte altre donne come lei:”Non posso che invitare alla prevenzione, a tenersi sempre sotto controllo. Io ho scoperto per caso di essere malata. Una mia amica che lavora vicino alla sede della Lilt, la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori, mi ha convinto a fare una visita ai nei. Non ero mai andata, non avevo sintomi ma ho pensato che fosse cosa buona e giusta. Lì mi hanno trovato questo neo sospetto, consigliando di toglierlo”. Teresa, alla luce della sua esperienza, consiglia di andarci piano col sole:”Ne ho preso tantissimo senza protezione quando ero ragazza, ho fatto innumerevoli lampade, e ho la carnagione scura. Dicono che le pelli scure sono meno soggette a malattia, invece no. La mia storia lo dimostra, per fortuna mi è andata bene”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA