“Forza Coronavirus” scritta choc a Battipaglia/ Indignazione e ironia ‘Prima il Nord’

- Silvana Palazzo

“Forza Coronavirus”, striscione choc a Battipaglia (Salerno): indignazione e ironia sul “prima il Nord”, il post Facebook scatena l’ira della Lega

forza coronavirus battipaglia tw
"Forza Coronavirus", striscione choc a Battipaglia (Foto: Twitter)

Non solo psicosi da Coronavirus ma persino la presenza di “tifosi” dell’epidemia. Accade a Battipaglia dove una scritta choc ha destato molto scalpore. Un “forza Coronavirus” scritto su uno striscione che va ad aggiungersi agli episodi negativi che ruotano attorno all’emergenza sanitaria in atto nel nostro Paese, dalle tante fake news alle truffe e tentativi di sciacallaggio messi in atto. La scritta è stata ritrovata sull’impalcatura di un quartiere in centro. Fortunatamente la scritta – che comunque ha destato scalpore e polemiche – è stata rimossa velocemente. Non solo indignazione ma anche ironia rispetto al Coronavirus: un post Facebook del consigliere regionale Pd in Lombardia, Carmela Rozza, scatena le ire della Lega. Come riferisce Adnkronos, Rozza ha condiviso una foto di Matteo Salvini con indosso una maglia con la scritta ‘Prima il Nord’ e la battuta ‘Quando il virus ti prende in parola’. Un post definito “agghiacciante” da Roberto Anelli, capogruppo regionale della Lega, più duro Gianluca Boari che ha dichiarato: “Carmela Rozza vergognati. Era meglio quando facevi finta di fare l’assessore alla sicurezza a Milano e imbrattavi l’auto in sosta vietata”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

IN RETE SPOPOLANO I MEME “ANTINORD”

Non solo psicosi da Coronavirus ma persino la presenza di “tifosi” dell’epidemia. Accade a Battipaglia dove una scritta choc ha destato molto scalpore. Un “forza Coronavirus” scritto su uno striscione che va ad aggiungersi agli episodi negativi che ruotano attorno all’emergenza sanitaria in atto nel nostro Paese, dalle tante fake news alle truffe e tentativi di sciacallaggio messi in atto. La scritta è stata ritrovata sull’impalcatura di un quartiere in centro. Fortunatamente la scritta – che comunque ha destato scalpore e polemiche – è stata rimossa velocemente. E proprio a Battipaglia, come riferisce Il Mattino in queste ore, sono emersi due casi sospetti di Coronavirus. Si tratta di mamma e figlia con i sintomi del virus. Entrambe erano tornate dalla Lombardia e si sono recate al Pronto Soccorso dell’ospedale Santa Maria della Speranza (proprio come finora sconsigliato) e per precauzione sono state ricoverate in una stanza isolata dal resto della struttura sanitaria. Al momento sarebbe già scattata prontamente la procedura per appurare se realmente le due donne sono affette o meno dal Coronavirus. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

IN RETE SPOPOLANO I MEME “ANTINORD”

Dopo la scritta choc “Forza Coronavirus”, rinvenuta questa mattina a Battipaglia, nel Salernitano, spopolano in rete i meme “antiNord”. Vi citiamo alcuni dei tanti esempi che possono essere agevolmente reperiti sul web. Apriamo con la foto di un gommone, accompagnato dalla dicitura: “Coronavirus, approdato in Africa il primo gommone pieno di migranti lombardi”. Non mancano, poi gli sfottò a Matteo Salvini. Si va dalla foto che ritrae il leader della Lega con indosso la maglietta “Prima il Nord” e la didascalia “Quando il virus ti prende in parola!” alla riflessione firmata Angelo Fantigrossi: “Sicilia, zero contagi. Lombardia e Veneto, 60. Come arrivino i barconi infetti al Nord lo sanno solo Feltri e Salvini”. E ancora: “I Settentrionali bisogna aiutarli a casa loro, altrimenti ci invadono con le loro malattie e i loro vizi di inciviltà”. Infine, il cartello apparso nel Sud dello Stivale “Non si affittano case ai settentrionali” è affiancato all’immagine di Giovanni Storti, del celebre trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo, che pronuncia una delle sue battute più celebri: “Cioè, si sta ribaltando la situazione!”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

“FORZA CORONAVIRUS”, SCRITTA CHOC A BATTIPAGLIA: ESPOSTO STRISCIONE DAVANTI CANTIERE

Insulti, cori e scritte choc sul Coronavirus. Accade anche questo in Italia, mentre si lavora per cercare di contenere l’epidemia. A Battipaglia, in provincia di Salerno, questa mattina è comparsa la scritta “Forza Coronavirus” su un telo bianco affisso sull’impalcatura di un palazzo in corso di ristrutturazione proprio nel centro della città. La scritta è stata vergata con una bomboletta di vernice rossa e fa riferimento in maniera inequivocabile al virus che ha provocato finora 12 morti e oltre 300 contagi, oltre che una psicosi collettiva in tutto il Paese. Attorno alla scritta comunque è montata subito la polemica tra chi chiede di risalire all’autore di questo gesto deprecabile e chi, invece, nel frattempo ha provveduto a rimuovere subito la scritta cancellandola con della vernice nera. Una cosa è certa: tra insulti e casi di sciacallaggio, è evidente che il Coronavirus sta tirando fuori anche il peggio da alcune persone.

“FORZA CORONAVIRUS”, STRISCIONE CHOC A BATTIPAGLIA

Da questi timori non è stata risparmiata neppure la città di Battipaglia, visto che nelle ore passate un pullman di turisti di rientro dal Carnevale di Venezia ha provocato accese polemiche sulle misure di sicurezza adottate dall’Amministrazione comunale. Per i turisti del pullman è subito scattata la quarantena. Non sono valse a nulla peraltro le spiegazioni del sindaco Cecilia Francese per le inesistenti richieste di chiudere le scuole cittadine, eppure non è stato registrato alcun caso conclamato. Nelle ultime ore però una mamma e sua figlia sono state ricoverate all’ospedale di Battipaglia per sintomi sospetti. Le due donne, tornate dalla Lombardia, si sono recate al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Speranza e sono state ricoverate in via precauzionale in una stanza isolata dal resto della struttura sanitaria e dagli altri pazienti. Subito è scattata la procedura per chiarire se sono affette dal Coronavirus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA