Francesco Chiofalo dopo l’operazione: “Sono in ansia”/ “Spero non sia un tumore”

- Anna Montesano

Francesco Chiofalo, come sta dopo l’operazione? Aggiornamenti a Pomeriggio 5: “L’intervento è andato bene ma attendo con ansia l’esito dell’esame istologico”

francesco chiofalo pomeriggio5 640x300
Francesco Chiofalo, Pomeriggio 5

Francesco Chiofalo, come sta dopo l’operazione? Aggiornamenti a Pomeriggio 5

Come sta Francesco Chiofalo? Ieri l’ex pupo si è sottoposto ad un’intervento al viso per estrarre una massa sospetta da sottoporre ad esame istologico. Il giorno dopo Francesco è in collegamento con Barbara D’Urso a Pomeriggio 5 per raccontare a lei e al pubblico com’è andata e come sta a poche ore dall’intervento. Chiofalo si mostra con un grosso cerotto sotto al naso, spiegando che è da lì che è stata estratta la massa e che, per questo, ogni tanto ancora sanguina.

Entra quindi nel dettaglio dell’intervento subito, ribadendo che non tanto questo ad averlo preoccupato quanto ciò che sveleranno i risultati dell’esame istologico che, tuttavia, gli verranno svelati solo tra alcuni giorni. Un malessere che Chiofalo manifesta anche in diretta su Canale 5.

Francesco Chiofalo a Pomeriggio 5: “30 giorni di ansia”

“Ho avuto ieri un intervento, mi hanno tirato fuori questa massa.” ha esordito Francesco Chiofalo a Pomeriggio 5. Ha quindi spiegato com’è andata: “L’operazione è stata un pochino dolorosa però non è una cosa difficilissima. La cosa che mi preoccupa però non è tanto il naso o l’operazione che, come vedi, già sto fuori, è stata solo una notte in ospedale, ma è la natura dell’esame istologico che potrebbe anche essere una semplice ciste però io vengo da una situazione in cui sono rimasto già scottato, visto che anche prima si pensava che era una ciste e invece era un tumore.”

Da qui la confessione sul suo forte stato d’ansia: “Questo a prescindere mi fa vivere uno stato d’ansia. Io ora devo aspettare 30 giorni per motivi tecnici e starò 30 giorni in ansia.” Bisognerà dunque attendere il prossimo mese per scoprire l’entità del problema dell’ex pupo.







© RIPRODUZIONE RISERVATA