Francesco Meli/ Chi è il baritono interpreterà Macduff nel Macbeth della Prima della Scala

- Matteo Fantozzi

Chi è Francesco Meli che interpreterà Macduf nel Macbeth di Giuseppe Verdi durante la Prima della Scala che vedremo anche in onda su Rai 1 oggi, 7 dicembre 2021.

francesco meli 2019 lapresse 640x300
Francesco Meli (LaPresse)

Francesco Meli: grande attesa per il suo Macduff nel Macbeth Malla Prima della Scala

Francesco Meli sarà protagonista su Rai 1 oggi, 7dicembre 2021, nella Prima della Scala dove interpreterà Macduff nel Macbeth di Giuseppe Verdi. La direzione sarà affidata a Riccardo Chailly mentre la regia la curerà Davide Livermore. Il Macbeth che inaugurerà la stagione rappresenterà un’opera dedicata agli aspetti più contemporanei di Giuseppe Verdi. Il baritono Francesco Meli, in merito alla Prima del 7 dicembre, ha affrontato numerosi temi nelle interviste di cui è stato protagonista legate a questo evento, da Giuseppe Verdi, alla difficoltà trovate durante le prove, soprattutto a causa dell’utilizzo delle mascherine, fino al rapporto con i colleghi con cui condividerà il palcoscenico del Teatro alla Scala. ç’opera di Macbeth, entrando più nello specifico, rappresenta un’analisi senza tempo sui delitti, i rimorsi e i sacrifici che comportano lo sviluppo di una forte ambizione politica, un’ambizione da raggiungere ad ogni costo.

Chi è Francesco Meli, un percorso fatto di grandi soddisfazioni

Francesco Meli, nato a Genova il 15 maggio del 1980, è un baritono italiano. Sotto la guida di Norma Palacios si diploma al conservatorio Niccolò Paganini e nel 2002 fa il suo debutto in Macbeth di Giuseppe Verdi oltre che come solista nella Petite Messe Solennelle di Rossini. In giovanissima età, a soli 23 anni, compie il suo debutto al Teatro alla Scala con Les Dialogues des Carmelites sotto la direzione di Riccardo Muti. Nel 2005 avviene la prima collaborazione con il regista Davide Livermore con l’apertura della stagione del Teatro Carlo Felice in Don Giovanni. Tra il 2005 e il 2008 si susseguono vari debutti in campo europeo, nello specifico in Don Giovanni al Theatre des Champs-Elysees a Parigi, in La Sonnambula per un’incisione Virgin con la collaborazione di Natalie Dessay a Lyon e nel Così fan tutte alla Staatsoper di Vienna.

A partire dal 2009 comincia a sviluppare un repertorio maggiormente improntato al canto lirico che lo porterà negli anni successivi ad esibirsi all’Opera di Roma cantando opere quali I due Foscari, Ernani e Nabucco, al Metropolitan di New York, a Salisburgo in Simon Boccanegra fino a Londra sempre in Simon Boccanegra. Tra il 2019 e il 2020 è protagonista del Verdi Opera Gala a Piacenza, a Vienna al Musikverein cantando il Requiem di Verdi e di nuovo sotto la regia di Davide Livermore nella Tosca. Ad inizio 2021 ha intrapreso un lungo tour in Giappone portando la Tosca al National Theatre Tokyo e successivamente in concerto tra Shirakawa, Shiga e Toyko.



© RIPRODUZIONE RISERVATA