Fredella “Elio e l’autismo? Un bene parlarne in TV”/ “Problema sociale e lavorativo”

- Anna Montesano

Francesco Fredella, ospite a Pomeriggio 5, affronta il tema dell’autismo sulla scia delle dichiarazioni di Elio, cantante di Elio e le storie tese

fredella pomeriggio5 elio autismo 640x300
Fredella a Pomeriggio 5

“Mi sono accorto che l’autismo è un tema che non interessa a nessuno. Perché se non ce l’hai non puoi renderti conto di cosa rappresenti”. A dichiararlo Elio, noto frontman della band Elio e le storie Tese, in diretta a Propaganda Live, in onda su La7. Il cantante, all’anagrafe Stefano Belisari, è tornato a raccontare l’indifferenza in cui vivono chi ha questo tipo di problema ma anche le loro famiglie, situazione che lui ben conosce essendo padre di un ragazzo, Dante, affetto da questa sindrome. Un tema delicato di cui si discute anche nel salotto di Pomeriggio 5 nel corso della diretta di oggi 17 maggio. Proprio le parole di Elio danno il via ad una riflessione in studio da parte degli ospiti di Barbara D’Urso. Il giornalista Francesco Fredella, in particolare, si complimenta col cantante per aver portato alla luce un problema di cui effettivamente si parla poco e che spesso viene sottovalutato.

Francesco Fredella: “Autismo? Il Governo deve agire!”

“Elio è stato bravo a parlarne in Tv, a parlarne sui giornali perché deve aprirsi proprio una strada, – ha esordito Francesco Fredella a Pomeriggio 5, per poi lanciare una giusta domanda – cioè che cosa accade a questi ragazzi quando le loro famiglie un giorno non ci saranno più?” Il giornalista ha perciò lanciato un appello: “Il Governo deve agire in questo senso, anche perché esistono tante forme di autismo, è una situazione che vivono famiglie e genitori che lavorano, c’è un problema non solo sociale ma anche lavorativo.”



© RIPRODUZIONE RISERVATA