GAETANO ARONICA, CONSIGLIERE LICATA SPARA A SOCIO/ Lega: “Mai tesserato per noi”

- Davide Giancristofaro Alberti

Il consigliere comunale Gaetano Aronica ha sparato 4 colpi verso un ex socio in affari: uomo denunciato, vittima ferita, ma non in pericolo di vita

spari leghista 2021 corriere 640x300
Gaetano Aronica, spari ad ex socio (screen Corriere.it)

Giungono maggiori dettagli sull’episodio di cronaca che vede coinvolto Gaetano Aronica, il consigliere comunale di Licata eletto da civico nel 2018 con la lista Lega Noi con Salvini. Proprio sulla sua appartenenza politica è scoppiato un piccolo giallo, in quanto la Lega di Licata in una nota ha reso noto che Aronica non è tesserato con il Carroccio, né ha rivestito in passato ruoli nel partito; tuttavia, soltanto ieri sui social Alessandro Pagano (Lega) faceva le congratulazioni ad Adronica per la nomina, parlando di lui come “uno dei due primi consiglieri eletti in Sicilia sotto il simbolo Lega Salvini Premier”.

Secondo quanto scrive l’edizione di Palermo del quotidiano “La Repubblica”, alle spalle del litigio culminato in aggressione vi sarebbe un’autentica faida familiare, generatasi in seguito a liti continue, su cui sta indagando la Procura di Agrigento per mezzo del dottor Luigi Patronaggio. Infatti, soltanto la scorsa settimana qualcuno aveva sparato colpi di pistola contro l’agenzia di Caico: una vicenda sulla quale si sta provando a fare chiarezza, anche e soprattutto alla luce dei recenti accadimenti. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

GAETANO ARONICA SPARA AD EX SOCIO A LICATA

Un ex consigliere comunale della Lega, Gaetano Aronica, ha sparato quattro colpi di pistola nei confronti del suo ex socio. L’episodio si è verificato nelle scorse ore in quel di Licata, cittadina in provincia di Agrigento, e come catturato dalle immagini delle telecamera di sorveglianza (che potete trovare qui sotto), Aronica, 48enne, ha rivolto la propria arma (una pistola con la matricola abrasa quindi di dubbia provenienza), verso l’ex socio 71enne.

Stando a quanto riferisce il Corriere della Sera, sembra che fra i due vi fossero delle questioni economiche in sospeso legate ad un’impresa di onoranze funebri, e subito dopo il fatto il leghista si è presentato, accompagnato dal suo legale, presso la caserma locale assieme alla calibro 22 utilizzata contro il 71enne. Al momento l’uomo risulta essere indagato dalla Procura della Repubblica di Agrigento per tentato omicidio, porto, detenzione e ricettazione della pistola clandestina, accuse ‘confermate’ come detto sopra dal filmato catturato da una telecamere in cui si vede Aronica inseguire il suo ex socio a piedi, mentre questi era al volante di una Fiat Panda.

GAETANO ARONICA SPARA AD EX SOCIO, LA LEGA: “MAI TESSERATO”

Ad un certo punto l’ex leghista spara contro il 71enne, mandando in frantumi il finestrino dell’auto, per poi centrare il bersaglio, ferito ad un braccio (ne avrà per una ventina di giorni). Aronica ha sparato ad altezza uomo e ciò rappresenta senza dubbio un aggravante, ma saranno gli investigatori, coordinati dal procuratore Luigi Patronaggio, ad indagare e a ricostruire con esattezza l’accaduto.

Come sottolinea il quotidiano di via Solferino, gli inquirenti starebbero cercando di fare luce anche su altri due episodi recenti ritenuti sospetti, una serie di spari verso la vetrata dell’agenzia funebre, casi al momento irrisolti. Aronica era stato eletto nella lista della Lega, e siede in consiglio comunale dal 2018, ma dal Carroccio fanno sapere che «non è stato mai tesserato» con lo stesso partito.



© RIPRODUZIONE RISERVATA