Geoffrey Scott è morto/ Mark Jennings di Dynasty ucciso dal Parkinson a 79 anni

- Hedda Hopper

Geoffrey Scott è morto a 79 anni, il volto famoso per aver interpretato Mark Jennings in Dynasty per 45 episodi, si è spento a causa del Parkinson nella sua casa in Colorado

Geoffrey scott dynasty 640x300

Geoffrey Scott è morto lo scorso 23 febbraio, almeno secondo quanto si legge su The Hoolywood Reporter, ma la notizia sarebbe stata diffusa solo in queste ore e giunta fino a noi. Secondo la stampa americana, il protagonista che tutti noi abbiamo amato in Dynasty nei panni di Mark Jennings, primo marito di Krystle Carrington (interpretata da Linda Evans), è morto di Parkinson proprio subito dopo la mezzanotte del giorno dopo il suo compleanno nella sua casa di Broomfield, in Colorado, con la moglie Cheri Catherine al suo capezzale insieme ai suoi due gemelli Christopher e Matthew. L’attore ha lavorato a diverse altre soap opera ed era un volto noto negli spot pubblicitari delle sigarette Marlboro, Old Spice e Camel ma i suoi ruoli iconici rimangono quelli della serie americana anni ’80 Dynasty  e in ‘Dark Shadows’.

Geoffrey Scott è morto, era per tutti il Mark Jennings di Dynasty

Nella sua carriera Geoffrey Scott ha interpretato un maresciallo americano che combatteva contro gli alieni nel Wyoming del 1880 in “The Secret Empire“, è stato al fianco di Jerry Reed nella serie della CBS del 1981 Concrete Cowboys e poi quarterback nella sitcom della HBO del 1984 85 1st & Ten. Ciliegina sulla torta è stata l’interpretazione dell’editore Sky Rumson in Dark Shadows della ABC nel 1970. Scott si è poi unito a Dynasty verso l’inizio della sua terza stagione nel 1982 e ha lavorato al leggendario spettacolo per due anni per un totale di 45 episodi. Scott si è ritirato dopo 45 anni nel mondo dello spettacolo e si è trasferito in Colorado con la sua famiglia per dedicarsi allo sci, la sua passione di una vita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA