GESTIONE D’IMPRESA/ Le opportunità per aumentare la sostenibilità aziendale

- Stefania Debora Gandini

La compliance integrata diventa un'opportunità per gli imprenditori per garantire il corretto ed efficiente svolgimento della loro attività

anti-workers rivoluzione lavoro (Pixabay)

L’importanza della sostenibilità aziendale è diventata una priorità per molti imprenditori, influenzando sempre più i modelli di gestione delle imprese. L’adeguatezza degli assetti organizzativi, amministrativi e contabili è stata ulteriormente rafforzata dalla recente riforma della Crisi d’impresa, che ha posto la sostenibilità del debito al centro delle condizioni per il mantenimento della continuità aziendale. Inoltre, la gestione del debito e la sua sostenibilità sono diventati contenuti specifici previsti dagli standard europei per la rendicontazione di sostenibilità.

In questo contesto, l’informazione di sostenibilità diventa un elemento fondamentale per l’integrazione di rischi e fattori di sostenibilità negli assetti gestionali dell’impresa. Il tema dell’informazione “di sostenibilità” emerge quindi come una priorità per tutti gli stakeholder in virtù dell’approccio forward looking che caratterizza il nuovo sistema di prevenzione della crisi e di gestione del rischio. È importante disporre di informazioni aggiornate e attendibili sui rischi, soprattutto di natura prospettica, che possano aiutare gli imprenditori a pianificare e monitorare la propria attività.

In questo modo, l’adeguatezza degli assetti gestionali diventa funzionale anche all’informativa di sostenibilità, elemento direttamente connesso al principio della continuità aziendale. L’integrazione di informazioni sui fattori ambientali (e non solo) diventa quindi essenziale per garantire una gestione efficiente ed efficace dell’attività, migliorandone le performances. In definitiva, la compliance integrata diventa un’opportunità per gli imprenditori per garantire il corretto ed efficiente svolgimento della loro attività, nella prospettiva di una sostenibilità sempre più integrata.

La sostenibilità dell’attività d’impresa è stata poi posta al centro del programma europeo nel 2018 tramite l’assunzione di un Piano d’Azione per la Finanza Sostenibile destinato prevalentemente a indirizzare i capitali verso investimenti sostenibili e rendere obbligatoria l’integrazione dei rischi correlati all’impatto ambientale e sociale dell’economia.

Nell’ambito delle definizioni, con prestito sostenibile si indica un prestito volto a finanziare attività economiche sostenibili dal punto di vista ambientale. Fa parte del più ampio concetto di «finanza sostenibile», espressione con la quale si intende qualsiasi strumento finanziario o investimento, compresi titoli di capitale, titoli di debito, garanzie o strumenti di gestione dei rischi emessi in cambio della prestazione di attività di finanziamento, che soddisfano i criteri della sostenibilità ambientale. L’informativa sulla sostenibilità, pertanto, è determinata dalla necessità di ulteriori e più approfondite informazioni da parte degli stakeholder aziendali; infatti, per le imprese gli aspetti ESG assumono oggi rilevanza quale vantaggio competitivo e diventeranno nel tempo sempre più condizioni per il proprio mantenimento, rappresentando inoltre leve che muovono il valore intangibile delle stesse. In tale contesto, ancora, si pongono, quale fattore di sostenibilità ESG, anche le tematiche fiscali (good tax governance) connesse agli strumenti di controllo del rischio (tax control framework) e di prevenzione (cooperative compliance).

Gli aspetti ESG, quindi, rappresenteranno nel tempo sempre più una condizione necessaria di esistenza con cui le imprese dovranno imparare a relazionarsi, partendo dall’implementazione di un modello di rendicontazione, adottando standard e criteri riconosciuti e integrando il sistema di reporting tradizionale, realizzando così un monitoraggio continuo della strategia di sostenibilità nella quale gli obiettivi ESG concorrano con quelli finanziari nella prospettiva unica della continuità aziendale, in tal senso ridefinita appunto di sostenibilità aziendale.

In sintesi, l’adeguatezza degli assetti gestionali (internal governance) e l’approccio prospettico costituiscono la via d’accesso alla compliance integrata per il conseguimento della sostenibilità aziendale.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Sostenibilità e Sussidiarietà

Ultime notizie