Gianna Nannini/ “Già da adolescente sentivo di dover rinascere perché..” (Top Dieci)

- Rossella Pastore

Gianna Nannini ospite a Top Dieci: la cantautrice senese racconta la sua carriera e fornisce una ‘top ten’ delle sue hit più di successo.

Gianna Nannini
La cantautrice Gianna Nannini

Gianni Nannini super ospite di Top Dieci. La cantante senese “interrompe” la sfida della terza puntata per una gradevole intervista a tu per tu col padrone di casa, Carlo Conti. L’artista toscana ammette di sentire molto il legame con la sua terra “perché è proprio lì che componevo le mie prime canzoni. Anche se ora non posso raccontare i particolari“. Gianna Nannini continua con aneddoti e curiosità personali: “Già da adolescente sentivo di dovere rinascere. Il concerto più bello della mia carriera? Direi all’Arena di Verona, sotto la pioggia con l’orchestra sinfonica. Cantare sotto la pioggia è magico”, afferma la Nannini. Prima di salutarla Carlo Conti le chiede quale sia il brano preferito dal pubblico: “Io non ce l’ho ma per loro Meravigliosa Creatura”. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Gianna Nannini da Conti per Top Dieci

Dopo essere salita sul palco del Concerto del Primo maggio a Roma e aver cantato in coppia con il cantautore italo-francese Claudio Capèo, Gianna Nannini torna ospite in televisione. Ha infatti accettato l’invito di Carlo Conti a Top Dieci, il nuovo programma del venerdì sera di Rai1 in cui due squadre di vip si sfidano su classifiche di ogni genere legate a vario titolo alla cultura italiana. Questa sera, però, lei non giocherà: piuttosto, accetterà di farsi intervistare dallo stesso Conti che le chiederà… conto della sua personale ‘top dieci’, cioè della classifica delle sue hit più di successo che sarà oggetto di una sfida tra i sei concorrenti in studio (schierati tre da una parte e tre dall’altra). Gianna Nannini nasce a Siena il 14 giugno 1954 e cresce precisamente nella contrada dell’Oca. Suo fratello minore è l’ex pilota di Formula 1 Alessandro Nannini, mentre il padre Danilo, scomparso nel 2007, era un noto industriale dolciario, per diversi anni presidente del Siena e Priore della Contrada della Civetta. Ha anche un fratello maggiore, Guido, impegnato soprattutto nell’industria di famiglia.

Gli esordi di Gianna Nannini

In gioventù, Gianna Nannini frequenta il liceo scientifico e studia pianoforte a Lucca. Prima di un tragico incidente sul lavoro, che le causò il distacco di due falangi, Gianna aveva sempre lavorato nella pasticceria familiare. La sua carriera musicale è iniziata quando aveva 18 anni con la partecipazione a un festival a Montecarlo, dove si classificò quarta. Un anno più tardi, la cantautrice si trasferisce a Milano per dedicarsi a tempo pieno alla musica. Studia composizione con Bruno Bettinelli, esibendosi intanto in alcuni locali storici del capoluogo lombardo (l’Osteria dell’Operetta, le Scimmie, il Rosso…). Là conosce il musicista blues Igor Campaner, che l’affianca in svariate performance e con cui intraprende una collaborazione destinata a durare negli anni.

Gianna Nannini: gli ultimi lavori con Coez e Claudio Capèo

In tempi recenti, prima di firmare con Claudio Capèo il singolo Ciao mia bella, Gianna Nannini ha fatto uscire il suo ultimo album di inediti (il ventesimo in tutto) dal titolo La differenza. I brani sono stati composti in tre mesi in uno studio sulla Gloucester Road di Londra e registrati a Nashville negli studi Blackbird di John McBride. Il primo singolo estratto è stato l’omonimo La differenza, pubblicato l’11 ottobre 2019. In seguito, il 3 gennaio 2020, viene diffuso Motivo, che segna la sua prima collaborazione con il rapper italiano Coez. Il 1º maggio 2020 è uscito Assenza, mentre, l’11 dicembre, il quarto e ultimo singolo L’aria sta finendo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA