GINA LOLLOBRIGIDA/ “Maria Callas non credeva sapessi cantare” (Domenica in)

- Morgan K. Barraco

Gina Lollobrigida è stata una delle ospiti più gettonate di Mara Venier per la sua Domenica In. La rivedremo anche oggi su Rai 1

Gina Lollobrigida
Gina Lollobrigida

Gina Lollobrigida è tra le protagonista dell’ultima puntata di “Domenica In…il meglio di“, lo speciale condotto da Mara Venier su Rai1. “Che bello averti qui per l’ultima puntata” dice Mara Venier, che rivela “sei stata una delle prime persone a sapere del mio ritorno in Rai e mi hai detto falla. Poi dovevi venire alla prima puntata, non sei stata bene, ma oggi sei qui in splendida forma”. La Lollo racconta i suoi primi anni e un particolare inedito della sua carriera di cantante: “ho cominciato la carriera all’Accademia di Belle Arti, volevo studiare pittura e scultura, ma allo stesso tempo studiavo lezioni di canto e il maestro non sapeva se mettermi tra i soprano o mezzo soprano”. Una voce bellissima a cui pochi credevano ricorda l’attrice “anche Maria Callas non credeva fosse la mia!”. Poi l’attrice parla della sua vita privata: “avevo tanti ammiratori, ma sceglievo quelli dagli occhi timidi, prendevo io l’iniziativa con loro”. La Lollo racconta come il cinema abbia cambiato la sua vita: “il cinema è immediato, in un giorno sei popolare in tutto il mondo, la fotografia è interessante perchè mi ha fatto crescere come persona, come donna, ho viaggiato, ho fotografato 24 paesi” dice la Lollo, che oggi è anche un’affermata scultrice “ancora devo fare delle cose”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

GINA LOLLOBRIGIDA A DOMENICA IN…IL MEGLIO DI

Gina Lollobrigida è stata una delle ospiti più gettonate di Mara Venier per la sua Domenica In. La grande artista è stata accolta nello studio della Rai in tre diversi momenti, dall’ottobre dell’anno scorso fino al maggio di quest’anno. Nel primo incontro, avvenuto a distanza di tempo rispetto al previsto per via di un piccolo malore, la Lollo rivela tanti dettagli della sua brillante carriera e mette l’accento sulla sua energia, quella volontà che da sempre la contraddistingue. “Tutte erano convinte che io sarei diventata una grande star e mi hanno aiutata sempre”, dice delle sue tre sorelle, le prime sostenitrici. L’amore per il cinema nasce in realtà tempo dopo quella per l’arte, motore degli studi della Lollobrigida e nato nella sua Subiaco, che ha dovuto lasciare durante la guerra. La famiglia infatti è stata sfollata e costretta a trasferirsi in montagna, un periodo difficile che le ha permesso di debuttare sul piccolo schermo. “Tutte le cose bisognava conquistarle, non è stato facile”, afferma ripensando a come abbia fatto un’estrema fatica nei primi anni della sua carriera. Ed anche quando era ormai affermata, la lotta non è mai finita. Una carrellata video la mostra in tanti momenti, dagli show ai film che le hanno permesso di recitare con Vittorio De Sica. Il tutto dopo essere riuscita ad ottenere un primo lavoro come comparsa, con uno stipendio davvero esiguo.

GINA LOLLOBRIGIDA, LA VIOLENZA SUBITA A 18 ANNI

Con l’occasione vedremo un lato inedito di Gina Lollobrigida. Quello legato alla sua forte solitudine, nonostante il matrimonio con il marito Milko Skofic, al suo fianco dal ’49 al ’71. Il discorso ricade poi su un momento drammatico della Lollo, per via di quella violenza fisica subita a 18 anni. “Mi ha molto ferito perché mi ha drogata. Non mi sono resa conto”, confessa parlando di quel calciatore austriaco che giocava nella Lazio e di cui era innamorata. Anche nei due anni successivi alla rottura. “Uscendo dall’Accademia l’ho incontrato di nuovo ed ero contenta, perché sentivo che non ero più legata a lui”, aggiunge ancora. Quel terribile giorno la Lollobrigida accetta un invito del giovane a un party, che si rivelerà inesistente. “Mi sono trovata a letto completamente nuda e ho capito, ma non volevo capire”, specifica poi ricordando di come abbia cercato di scacciare quel momento per tutta la sua vita.

L’AMORE DI GINA LOLLOBRIGIDA PER LA MUSICA

Gina Lollobrigida è stata l’ospite che Mara Venier ha più voluto per il suo ritorno a Domenica In. Tre volte ospite, compagna anche per il finale di stagione che ha confermato il successo della conduttrice. Per l’occasione, zia Mara l’ha accolta con lo sfondo musicale di Sei Bellissima di Loredana Bertè. In questa nuova occasione, la presentatrice ha scelto di dedicarsi al divertimento e di tenere lontani i brutti momenti che hanno costellato la vita e la carriera della grande attrice. “Allo stesso tempo andavo a lezione di canto e il maestro non sapeva se doveva mettermi fra i soprani leggeri o drammatici”, confessa parlando del suo amore per la musica. Una voce che emerge in alcuni dei film e degli interventi sul piccolo schermo, come Stasera del ’69 e Canzonissima di due anni più tardi. Una veste particolare, che le ha permesso di spaziare nel mondo artistico e di arricchire la sua carriera. “Andavo a scegliere quelli timidi”, rivela poi parlando dei suoi grandi amori, del tipo di uomo che in quegli anni d’oro riusciva a rapirle il cuore. “Me ne sono accorta mentre lo baciavo”, dice parlando dell’attore Yul Brynner con cui ha recitato nel film Salomone e la regina di Saba. Le cose poi non sono andate come il previsto, per via di un’operazione che l’artista doveva fare a breve. Subito dopo il malore, i due non si sono più rivisti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA