Giornata internazionale dei mancini/ 13 agosto, i più famosi nella storia

Giornata internazionale dei mancini: oggi, 13 agosto 2019, si celebra l’International Lefthanders Day. Da Obama a Tom Cruise, ecco chi festeggia.

Giornata internazionale dei mancini
Barack Obama (LaPresse)

Si celebra oggi, martedì 13 agosto 2019, la Giornata internazionale dei mancini: in tutto il mondo si festeggia la ricorrenza dedicata esclusivamente a coloro che usano come mano principale la sinistra. Istituito ufficialmente nel 1992, l’International Lefthanders Day è legato al mancinismo già dal 1973 e si tratta di una giornata di sensibilizzazione sulla lateralizzazione meno diffusa tra la popolazione, così da conoscere pregi e difetti della vita di tutti i giorni: per questo motivo sono organizzati eventi di ogni tipo, basti pensare alle campagne per diffondere la conoscenza di utensili e strumenti progettati appositamente per i mancini. Qualche esempio tra gli oggetti pensati per coloro che usano prevalentemente la mano sinistra? Esistono mouse, tastiere, chitarre, utensili per la cucina ma anche quaderni e attrezzi per i lavori per la casa.

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MANCINI, ECCO I PIU’ FAMOSI

In passato ritenuta la mano del diavolo, la sinistra è la più utilizzata da tantissimi personaggi di spicco del panorama politico e non: dalle star del cinema ai grandi scrittori, passando per i personaggi che hanno segnato la storia mondiale. Partiamo dai “vip” contemporanei: tra i più conosciuti troviamo gli ex presidenti Usa Barack Obama e Bill Clinton, i geni del computer Bill Gates e Mark Zuckerberg, senza dimenticare i divi di Hollywood come Sylvester Stallone, Julia Roberts, Robert De Niro, Angelina Jolie, Nicole Kidman e Tom Cruise. Passando allo sport, due tra i più grandi di sempre del mondo del calcio: parliamo di Diego Armando Maradona e Lionel Messi. Mancino anche il tennista Rafael Nadal, come il nostro Valentino Rossi. Infine, impossibile non citare coloro che hanno rivoluzionato il corso della storia: su tutti Leonardo da Vinci, Alessandro Magno, Aristotele, Giulio Cesare, Carlo Magno e Albert Einstein.



© RIPRODUZIONE RISERVATA