Giosetta Fioroni/ Pittrice Pop Art: “Andy Warhol? Pensava alle foto” (Le Ragazze)

- Emanuele Ambrosio

Giosetta Fioroni tra le protagoniste de Le Ragazze su Rai3: la pittrice e artista della Scuola di Piazza del Popolo ricorda l’incontro con Andy Warhol

giosetta fioroni le ragazze 640x300
Giosetta Fioroni (Le Ragazze)

Giosetta Fioroni tra le protagoniste de Le Ragazze su Rai3: la pittrice e artista della Scuola di Piazza del Popolo si racconta a cuore aperto. Classe 1932, Giosetta Fioroni è la “ragazza” del decennio dedicato agli anni Cinquanta quando cominciano a proliferare i primi gruppi di artisti della Scuola di Piazza del Popolo. La pittrice del secondo dopoguerra si avvicina giovanissima alla pittura e all’arte; dopo aver frequentato l’Accademia delle belle arti, la Fioroni diventa una delle massime esponenti della Pop Art italiana, un nuova forma di pittura nata dal confronto di due ambienti completamente differenti. La sua arte è espressione di qualcosa di nuovo e sorprendente per quegli anni e la pittrice ricordando proprio quel periodo storico non nasconde di aver incontrato non poche difficoltà. “Quando ho iniziato ad esporre, era un problema. A d aiutarmi è stata la mia determinazione” ha detto la pittrice che ha poi ricordato Goffredo Parise.

Giosetta Fioroni e le lettere d’amore a Goffredo Parise

Giosetta Fioroni ha provato un grandissimo amore per lo scrittore e drammaturgo la cui morte è stata come un fulmine a ciel sereno. “La sua malattia sembrava essere migliorata…poi non fu così…io non sono brava in queste cose” ha detto la pittrice che dopo la morte del compagno ha deciso di dedicargli una serie di lettere d’amore in cui ha messo nero su bianchi i sentimenti contrastanti che ha provato dopo la sua scomparsa. Non solo, la Fioroni ha anche ricordato l’incontro con il grandissimo Andy Warhol, considerato il padre della Pop Art mondiale. Un incontro che ancora oggi ha segnato nella mente, anche se la Fioroni parlando proprio dell’artista americano ha sottolineato come lui non fosse affatto interessato alla cena e alla vita mondana. “Pensava solo a fare fotografie” ha detto la pittrice che ha iniziato la sua carriera presso l’Accademia delle Belle Arti dove fondamentale è l’incontro Toti Scialoja, diventato poi uno dei suoi punti di riferimento. Durante la sua carriera, la Fioroni si è fatta apprezzare non solo come pittrice visto che si è occupata anche di arte, fotografia, video ceramiche e moda.



© RIPRODUZIONE RISERVATA