Giovanni Soldati, compagno Stefania Sandrelli/ “Ha dedicato tutta la vita a me”

- Elisa Porcelluzzi

Giovanni Soldati è il compagno di Stefania Sandrelli dal 1983. Il regista e l’attrice non si sono mai sposati e non hanno avuto figli.

Stefania Sandrelli Giovanni Soldati LaPresse 640x300
Stefania Sandrelli con il marito Giovanni Soldati (Foto Mario Cartelli - LaPresse)

Giovanni Soldati: al fianco di Stefania Sandrelli da 40 anni

Dopo la fine della relazione con Gino Paoli e del matrimonio con Nicky Pende, nel 1983 Giovanni Soldati è arrivato al fianco di Stefania Sandrelli. I due non si sono mai sposati e non hanno avuto figli, ma sono ancora felicemente insieme dopo quasi 40 anni. “Un terzo figlio? Mi è mancato per un periodo. Ma mi dispiaceva più per lui che per me. Poi invece mi sono consolata perché ho capito che Giovanni è più idoneo con i figli degli altri”, ha raccontato tempo fa l’attrice sulle pagine del Corriere della Sera. E parlando dello storico compagno ha aggiunto: “Mi piace talmente così com’è! Giovanni è una bella persona, ha dedicato tutta la vita a me e gliene sono molto grata. Abbiamo una grande confidenza, forse la cosa più importante”.

Giovanni Soldati: al fianco di Stefania Sandrelli da 40 anni

Giovanni Soldati, classe 1953, è il figlio dello scrittore e regista Mario Soldati e dell’attrice Jucci Kellermann. Ha studiato presso l’Università di Cambridge e ha iniziato a lavorare nel mondo del cinema come aiuto regista di Bernardo Bertolucci, Duccio Tessari e Tinto Brass. Il suo debutto come regista risale al 1984 con la miniserie televisiva “I racconti del maresciallo” con Arnoldo Foà. Il regista ha 7 anni in meno di Stefania Sandrelli: “Lui era bellissimo, ma quando lo conobbi era troppo piccolo. Io e Giovanni ci siamo messi insieme nell’83, dopo 10 anni di amicizia passati insieme a raccontarci tutto”, ha rivelato l’attrice a Vanity Fair. Soldati ha detto più volte la compagna sul set, ricordiamo i film “L’attenzione” e “La sposa americana”. “Tra noi basta uno sguardo, anche meno, per un’intesa. Ha bisogno di pochissime indicazioni, le è sufficiente una pacca sulla spalla e va”, ha detto Soldati all’Ansa.







© RIPRODUZIONE RISERVATA