Giusy Ferreri, Takagi e Ketra/ “Jambo” e “Amore e Capoeira” per chiudere l’estate

- Morgan K. Barraco

Giusy Ferreri, Battiti Live Compilation: Jambo già consacrato come tormentone estivo di quest’anno, altro successo per i due producer Takagi e Ketra

Giusy Ferreri
Giusy Ferreri

Giusy Ferreri non poteva che essere una delle protagoniste di quest’estate, ancora tutta da scoprire nonostante manchino pochi giorni alla sua conclusione. La cantante è ritornata ad esibirsi con frequenza, scegliendo di non perdere alcun appuntamento musicale per poter condividere con il pubblico i suoi nuovi successi. Avremo modo di rivederla a Battiti Live Compilation questa sera, mercoledì 28 agosto, con il meglio di Battiti Live 2019. Abbiamo potuto ammirarla infatti nella tappa di Brindisi, questa volta al fianco dei due producer Takagi e Ketra. Entusiasta di essere stata accolta dai fan con grande calore, in seguito all’assenza dovuto alla maternità. Amore e Capoeira non poteva che essere il primo brano interpretato dalla cantante, che ha preferito proseguire poi con Jambo, quest’ultimo già consacrato come tormentone estivo di quest’anno. In realtà l’artista dalla voce spettacolare è stata anche fra gli ospiti intervenuti nella prima tappa di Vieste. Vuoi perché si tratta della prima data del festival, vuoi perché la voce di Giusy è sempre una certezza, in quella particolare occasione è riuscita a superare ogni aspettativa riscuotendo applausi al pari del beniamino dei giovani, Irama. Un bel traguardo per l’artista dall’ugola d’oro, sempre in primo piano grazie alla particolarità della sua voce ed alla sua personalità esplosiva.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giusy Ferreri (@giusyferreriofficial) in data:

Giusy Ferreri: tre mesi di fuoco

Saranno tre mesi di fuoco per Giusy Ferreri, ancora attiva nonostante il caldo e la voglia di andare al mare. L’artista infatti ha iniziato a luglio il suo nuovo tour, che si concluderà solo il prossimo 14 settembre presso Piazza 5 dicembre di Lamezia Terme. L’entusiasmo di certo non le manca e il pubblico la applaude senza sosta, come si può intuire dai social. “Sorprendi tutti come solo tu sai fare”, scrive un ammiratore in particolare, mentre qualcuno la invita a bere una birra insieme, magari a San Felice, visto che la Ferreri ha fatto tappa nella località di Latina subito dopo il live avvenuto a Lipari, in provincia di Messina. Per Giusy però il primo posto non è riservato solo alla musica, ma anche all’Amazzonia. “Chiaramente non possiamo spegnere le fiamme, ma ci sono altri modi in cui possiamo renderci utili”, scrive infatti in un lungo post su Instagram, ricordando agli ammiratori che “gli allevamenti di bovini sono una delle prime cause di deforestazione” del polmone naturale di ossigeno. Per questo invita tutti a ridurre il consumo di carne importato dal Brasile, oltre che il consumo di legno e carta, parlare e condividere per tenersi sempre informati. Clicca qui per leggere il post di Giusy Ferreri. Si tratta tra l’altro di uno dei pochi interventi profondi e mirati da parte della cantante, che solitamente preferisce condividere con i follower informazioni che riguardano i suoi concerti o per ringraziare quanti sono intervenuti nei suoi live.

Gesto per la foresta Amazzonica

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#Forestapluvialeamazzonica , il polmone che produce il 20%di ossigeno del nostro pianeta è in fiamme. #actfortheamazon #prayforamazonia. A seguire alcune informazioni su cosa possiamo fare per aiutare la foresta amazzonica, patrimonio di inestimabile valore per tutti noi. Chiaramente non possiamo spegnere le fiamme, ma ci sono altri modi in cui possiamo renderci utili. Eliminare o almeno ridurre il consumo di manzo importato dal Brasile. Gli allevamenti di bovini sono una delle prime cause di deforestazione dell’Amazzonia; Ridurre il consumo di carta e legno che provengono dalla foresta amazzonica, o acquistare prodotti certificati; Parlare di ciò che sta accadendo nella foresta amazzonica, anche divulgando articoli come questo sui social, usando l’hashtag #PrayforAmazonia; Firmare la petizione per fermare la distruzione e lo sfruttamento dell’Amazzonia. Fare una donazione a un’associazione impegnata nella tutela della foresta e dei diritti degli indigeni, contribuendo al progetto Protect An Acre di Rainforest Action Network, supportando le popolazioni indigene con Amazon Watch o finanziando l’acquisto di terra attraverso Rainforest Trust Aiutare a proteggere gli animali che vivono nella giungla sostenendo il WWF Supportare progetti che sensibilizzano sull’Amazzonia attraverso la Amazon Aid Foundation

Un post condiviso da Giusy Ferreri (@giusyferreriofficial) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA